Categoria: Travel

IL NATALE DELLA SIGNORA PINNET

La casa della signora Pinnet era da sempre il punto d’attrazione di tutto il paese. Arrivati gli ultimi giorni di novembre, tutti i curiosi fingevano lunghe passeggiate fuori città per…

La casa della signora Pinnet era da sempre il punto d’attrazione di tutto il paese.

Arrivati gli ultimi giorni di novembre, tutti i curiosi fingevano lunghe passeggiate fuori città per arrivare a quel punto sperduto tra le colline che riusciva a far sognare e rallegrare un po’ le giornate miste di nebbia e malinconia.

Era diventata una necessità: ultimi dell’anno tutti dalla Pinnet per prendere quella carica necessaria per vivere le feste nel migliore dei modi e con lo spirito giusto.

la signora

1 commento su IL NATALE DELLA SIGNORA PINNET

Viaggio in Islanda: un itinerario tra fuoco e ghiaccio

Un viaggio in Islanda alla scoperta dei suoi colori L’Islanda, il paese del ghiaccio e del fuoco, una meta naturalistica fantastica, il viaggio dei sogni di molti, una terra che…

Un viaggio in Islanda alla scoperta dei suoi colori

L’Islanda, il paese del ghiaccio e del fuoco, una meta naturalistica fantastica, il viaggio dei sogni di molti, una terra che incanta, che sconvolge per la presenza di una natura incontaminata che è teatro di spettacoli che si possono vedere solo nei film. Vi presento ora un possibile itinerario per visitare le principali meraviglie di questo paese in una settimana. Ecco il mio viaggio in Islanda.

1 commento su Viaggio in Islanda: un itinerario tra fuoco e ghiaccio

Benidorm, tra benessere, sport e mare in Spagna

Ma voi cosa fate in quelle domeniche pomeriggio autunnali in cui non avete voglia di far niente se non ascoltare della buona musica, guardare un telefilm e bere tè caldo?…

Ma voi cosa fate in quelle domeniche pomeriggio autunnali in cui non avete voglia di far niente se non ascoltare della buona musica, guardare un telefilm e bere tè caldo?

Sapete io cosa faccio solitamente? Accendo skype e faccio qualche video chiamata con amici che vivono in giro per l’Italia e per l’Europa e decidiamo la prossima mete di viaggio da fare tutti insieme quando abbiamo voglia di staccare un attimo la spina dallo stress delle nostre vite. Scegliere non è mai semplice: diciamolo pure che mettere insieme tante idee rende quasi impossibile trovare una meta che possa andare bene per tutti. C’è però sempre un paese che riesce ad unirci e al quale non potremmo mai dire di no: la Spagna.

Questa volta la proposta è arrivata da me. Volevo qualcosa che potesse unire MARE e CALDO, SPORT, RELAX e BENESSERE e buon CIBO. E allora quale destinazione migliore se non BENIDORM?

unspecified-2

Tutti avrete sentito parlare di questa famosissima cittadina spagnola nella comunità valenciana che ricorda un po’ le città d’oltreoceano per lo skyline, la vita festosa  e le tantissime attività che si possono fare. Per questo motivo devo dire che i miei amici hanno accolto questa proposta con grandissimo entusiasmo. Ecco una top 5 delle motivazioni che mi hanno spinto ad inserire Benidorm nelle mie prossime mete di viaggio 2017.

Relax e Benessere: conosciuta sin dall’antichità come località termale a Benidorm si ricorda il famoso ‘Centro Benessere Virgen del Sufragio che ha anticipato il turismo della Salute che risulta essere tra le più redditizie per questa località. Tantissimi i centri benessere e le Spa a Benidorm dislocati tra i numerosissimi hotel di lusso che popolano la costa e che riescono a coccolare i turisti grazie al clima mite e alle temperature piacevoli quasi tutto l’anno.

unspecified

PLAYAS – Mare e Caldo : Chi mi conosce e mi segue su Instagram (@EzioMrLifestyle) sa che io ho una grandissima passione per il blu e per i paesaggi marini. Ecco perché il mare rende Benidorm il posto ideale per uno stop over al caldo a godere dell’atmosfera frizzante che la Spagna riesce a regalare. Famosa per le spiagge di sabbia dorate e acque cristalline tutto l’anno non potete che adorare la zona nord se siete alla ricerca di tranquillità e voglia di godervi il mare in serenità. Per chi ama fare attività d’immersione, da non perdere la piccola Cala de Mal Pas come anche le due estremità settentrionali dove è possibile godere di insenature sia sabbiose che rocciose. Molto conosciuto  il lungomare di Levante  è animato tutto l’anno da locali, ristoranti e zone dove dedicarsi allo shopping.

unspecified-4

unspecified-3

SPORT

Dopo il benessere ed il relax in spiaggia ecco uno dei motivi principali per scegliere Benidorm come prossima destinazione di viaggio: la possibilità di praticare tantissimi sport all’aperto che vi faranno appassionare a questo clima di festa e di gioia che la cittadina riesce a ricreare. Qui avrete la possibilità di fare passeggiate a cavallo o in mountain bike, fare arrampicata scalando montagne e scoprendo grotte interne. Quello che però io vorrei assolutamente fare è kayak avventurandomi in autonomia e alla scoperta di calette isolate  da fotografare. Queste sono solo alcune delle attività da far soli o con i tantissimi tour organizzati presenti in città, ma la presenza del mare e la vista magnifica rende Benidorm il posto perfetto per un giro in Segway per poter vivere l’emozione di un tramonto che solo la costa spagnola riesce a regalare.

Se siete tipi dinamici e festaioli e avete voglia di vivere a pieni polmoni l’enfasi spagnola non potete perdere i tantissimi festival e celebrazioni che di weekend in weekend si susseguono a Benidorm. Tra i più popolari che richiamano migliaia di turisti da tutta la Spagna e l’Europa ci sono sicuramente il Dai Fancy Dress Party ed il Flower Party passando anche per la festa della Vergine del Suffragio patrona di Benidorm.

La chiamata su Skype con i miei amici si è conclusa con un’immagine: noi seduti ad un bar sulla spiaggia mentre facciamo aperitivo. Siamo stati una giornata a mare in totale relax ed io mi sono regalato un massaggio in un bellissimo hotel di Benidorm prima di prepararmi a perdermi nella folla per vivere la movida notturna. Ecco questa è l’immagine che spero possa rendere questo sogno realtà nel 2017.

1 commento su Benidorm, tra benessere, sport e mare in Spagna

5 minuti e la ciambella alle carote

  Come ogni mattina la piccola Sofia non aveva nessuna voglia di svegliarsi.  Aveva imparato a riconoscere i passi della mamma e quando sentiva il suono delle pantofole che in…

 

Come ogni mattina la piccola Sofia non aveva nessuna voglia di svegliarsi.  Aveva imparato a riconoscere i passi della mamma e quando sentiva il suono delle pantofole che in punta di piedi si avvicinavano al suo letto preparava il volto più angelico e sperava in soli 5 minuti in più di sogni.

Anna conosceva benissimo la sua piccola e per questo motivo si accovacciava sul suo letto ed iniziava lentamente ad abbracciarla e a chiederle di farle posto sotto le coperte. 

– Hai i piedi freddi- diceva Sofia ogni volta che si sfioravano

– Dai riscaldami tu allora- ripeteva divertita Anna che cercava di farsi spazio tra le braccia della sua piccola.

-Faremo tardi a scuola e tu a lavoro, dai mamma solo 5 minuti.

Dobbiamo andare per forza? Io vorrei tanto rimanere qui. Dai facciamo festa così non vediamo nessuno e siamo solo noi.  

Ripeti ogni giorno la stessa frase. Sai che non possiamo farci niente.  Ci tocca svegliarci 

-Ma io voglio stare abbracciata a te. Non ho voglia di vedere nessuno. Solo per oggi.

Sofia sapeva benissimo che quell’oggi era ormai una cantilena frequente che la mamma ripeteva da ormai un anno. Anzi per la precisione da 345 giorni. Dal momento esatto in cui la macchina del papà era uscita di strada e aveva deciso di far cambiare le loro vite per sempre.

Aveva solamente 13 anni, ma le era ben chiaro che in quel momento lei era l’unico faro nella vita della mamma. Tutto le mattine lei fingeva di voler ancora 5 minuti in più di sonno, solo per dare alla mamma la possibilità di caricarsi e prendere tutte le energie necessarie per affrontare la giornata. Aveva smesso di dormire nella sua stanza da letto perché si era accorta che per la sua presenza tratteneva le lacrime che puntualmente, ogni notte, rigavano il suo volto e velavano la sua calda voce.

Ti preparo quella buonissima ricetta che ho visto in TV, che dici? Così facciamo una colazione diversa oggi?

-Ma no tranquilla ho la merendina che ho comprato dal distributore ieri in ufficio. Mangerò quella in macchina.  

Dai abbiamo ancora un’ora e posso fare la ciambella. Sai che la ciambella alle carote è la mia preferita. Mi aiuti?  

– Si inizia tu. 5 minuti e arrivo.

 

 

Ciambella alle carote

I minuti passavano e puntualmente Sofia sentiva il telefono squillare e la voce della mamma che parlava con la segreteria per dire – Giovanna oggi mi sento poco bene, ti prego sposta tutti i miei appuntamenti, non riesco proprio a passare dall’ ufficio.

-Anche oggi mamma? Dai per favore alzati.

– No Sofia ho un grandissimo mal di testa. Giovanna sbrigherà tutto per me. Ormai è diventata brava sai?

– Ma devi accompagnarmi a scuola? L’avevi promesso.

-Dai che ormai sei grande e puoi andarci sola.

-Va bene. Comunque ricorda di spegnere il forno perché la ciambella  alle carote è pronta.

-Si 5 minuti e mi alzo.

I giorni passavano ed Anna era sempre più isolata dal mondo. Sofia aveva imparato ad adattarsi a quella nuova realtà e passava le giornate a trovare il modo giusto per dare la carica alla propria mamma che ormai era spenta. Vuota. Sola. La ciambella alla carota era diventata sicuramente un ottimo modo per aiutarla a pensare positivo e per alzarle il morale.  Ricordava ancora le prime risate della mamma quando fu costretta a mangiare una torta non commestibile per cui aveva lavorato tutta la notte. Ci vollero tanti bicchieri d’acqua per poter tornare a respirare normalmente, ma dopo soli 5 minuti mamma e figlia scoppiarono in una grandissima risata.

Aveva capito che doveva essere forte e ottimista e con costanza, pazienza e amore doveva lavorare nei momenti d’affetto che Anna riusciva a darle ogni mattina quando si metteva nel suo letto in cerca di abbracci e coccole. La sua era una missione. Aveva imparato a prendersi cura della casa: cucinava, riordinava e passava il Folletto, era il suo modo per prendersi cura della mamma. Sapeva che un sorriso ed una carezza avevano moltissimo valore nel vuoto che si era venuto a creare. Una piccola (ormai grande) operatrice di positività e risate.

Passo dopo passo, coccola dopo coccola, i giorni sono diventati mesi ed i mesi sono diventati anni.

 

Ciambella alle carote

Sofia ora ha 30 anni e vive sola in una mansarda londinese fatta di legno e tappezzata di fotografie di nuvole.  Ha lasciato l’Italia da diversi anni per seguire i suoi sogni. Gli stessi sogni che da bambina l’hanno portata ad essere sempre una piccola ribelle fuori dagli schemi con una grande attenzione per chi le era accanto.

Sono le 7:50 e l’orologio biologico di Sofia ha già suonato i primi rintocchi. A lei è rimasta l’abitudine di concedersi quei 5 minuti d’attesa fra le coperte ricordando le carezze ed i baci della mamma che è a tantissimi chilometri di distanza nella cucina della sua villa in toscana. Anna sorseggia caffè e guarda l’avanzare dell’autunno in giardino e pensa – Chissà cosa starà facendo Sofia. Chissà se è sveglia. Allora decide di chiamarla su FaceTime.

Sofia, con un gesto automatico, prende il telefono dal comodino scansando il libro di poesie di Keats che sta rileggendo, apre la chiamata e appoggia il suo smartphone tra le coperte.

-Mamma già sveglia?

-Si tesoro. Sono in cucina che sorseggio un caffè mentre aspetto che la ciambella alle carote sia pronta. Mancano solo 5 minuti. Credo, anche se sicuro sarà un po’ cruda. Sei tu l’esperta.

-Che buona mamma. Io sono ancora sotto le coperte. Comunque ricordati del segreto che ti avevo detto ieri mattina: basta che apri il forno e senti l’odore della ciambella. Capisci subito se deve restare ancora qualche altro minuto.  Mi mandi un pezzo?

-Amore certo, virtualmente ti mando una pasticceria piena di dolci con consegna a domicilio. Ma tu oggi non avevi quella riunione importantissima? Dai svegliati che facciamo tardi tutte e due. Dai che abbiamo una vita da vivere.

-Solo 5 minuti mamma. Ora mi alzo.

Ecco il secondo racconto per la raccolta del progetto #PensaPulito.

Nessun commento su 5 minuti e la ciambella alle carote

ERASMUS A GRANADA la mia esperienza in Spagna.

La mia esperienza Erasmus a Granada è iniziata un po’ per caso: quasi a fine del mio percorso universitario, da persona piuttosto abitudinaria e ben inserita nei suoi schemi, non…

La mia esperienza Erasmus a Granada è iniziata un po’ per caso: quasi a fine del mio percorso universitario, da persona piuttosto abitudinaria e ben inserita nei suoi schemi, non avevo all’inizio alcuna reale spinta a partire ed immettermi in qualcosa di così sconvolgente.

Per mia fortuna però, una persona a me molto vicina ha accelerato i tempi, e convincendomi a partecipare, quasi fosse un gioco, mi ha permesso di essere pronta per il mio Erasmus a Granada.

img_8387Granada

Nessun commento su ERASMUS A GRANADA la mia esperienza in Spagna.

Elezioni USA 2016 Snapchat. Ecco i momenti più importanti

Elezioni 2016 USA- Snapchat : moda o necessita?   Solamente qualche anno fa nessuno avrebbe scommesso su Snapchat come nuovo social da integrare nella strategia di comunicazione politica per la…

Elezioni 2016 USA- Snapchat : moda o necessita?

 

Solamente qualche anno fa nessuno avrebbe scommesso su Snapchat come nuovo social da integrare nella strategia di comunicazione politica per la campagna presidenziale americana 2016. Oggi però l’app del fantasmino è una grandissima realtà negli Stati Uniti e per questo motivo tutti i candidati alla Casa Bianca hanno deciso di investire nel social network con la crescita più grande di utilizzatori raggiungendo il 41 % degli americani tra i 18 ed i 35 anni.

Elezioni usa 2016 Snapchat

Fare un passo indietro è doveroso per capire quanto siano importanti i social network per la cultura comunicativa politica americana. Il presidente in carica Barack Obama ha dimostrato con la sua seconda rielezione che grazie al web è possibile raccogliere tantissimi consensi e riuscire a raccontarsi in un modo più autentico che raccoglie maggiori consensi. Obama nel 2008 ha sfruttato tantissimo Facebook sia per raccogliere fondi per la sua campagna che per intercettare una fetta di elettori indecisi. Nel 2012 invece ha puntato tantissimo su Twitter accorciando la distanza con i cittadini grazie alle interviste in Town Hall organizzate esclusivamente con le domande degli elettori. Per questo motivo, nonostante l’assenza di metriche d’analisi dei risultati rispetto ai social network più tradizionali, si è comunque investito su Snapchat  che ha sicuramente segnato il dibatto politico per la corsa alla Casa Bianca nel 2016.

There is no harder riddle to solve in politics than reaching young Americans who are very interested in the future of their country but don’t engage with traditional news-  Dan Pfeiffer– Snapchat may have just made it a whole lot easier to solve this riddle.” 

Come affermato da Dan Pfeiffer, senior Advisor per la strategia e comunicazione alla Casa Bianca, non esiste problema più grosso per la politica nel raggiungere l’elettorato più giovane che è interessato al futuro della propria nazione, ma non interagisce con il mondo delle informazioni tradizionale. Forse Snapchat ha reso più semplice questo percorso avvicinando queste due realtà.

 

Che strategia hanno utilizzato? Elezioni usa 2016 Snapchat

I candidati alla Presidenza degli Stati Uniti hanno deciso di utilizzare Snapchat utilizzando testi, emoji, filtri geolocalizzati, frasi che potessero attaccare gli avversari, LIVE STORY ed anche snap Adv da far vedere agli elettori tra uno snap e l’altro. I colpi inferti sono stati tantissimi, alcuni molto simpatici, altri dai toni molto duri come è stata questa campagna elettorale.

 

Elezione Usa 2016 Snapchat. Ecco qui sintetizzati i momenti più incisivi della campagna presidenziale americana. 

Bernie Sanders è sicuramente il primo candidato democratico ad utilizzare Snapchat per raggiungere i più giovani del Iowa con una campagna di 9 giorni mirata a convincere il suo elettorato a votarlo come candidato per il Partito Democratico. Slogan dei suoi filtri la celebre frase ” Are u ready to feel the BERN?” Inizialmente inserito nel LIVE STORY dal team di Snapchat, per Bernie questo social è stato fondamentale per creare quel fresco legame con i ragazzi, vera anima della sua campagna. Anche a New York, tassello decisivo per la campagna, il candidato ha investito in geo filter per invitare gli utenti al voto.

 

 

bernie_sanders_snapchat

 

Elezioni Usa 2016 Snapchat – Bernie Sanders

Anche gli altri candidati repubblicani hanno utilizzato tantissimo Snapchat per la corsa alla Casa Bianca. Da non dimenticare Ted Cruz che trolla il suo competitor Donal Trump con un filtro sponsorizzato iconico ed ironico. Uno dei momenti più simpatici di queste elezioni Usa 2016 Snapchat

 

DUNCKING DONALD

            Elezioni Usa 2016 Snapchat – TED CRUZ

Con la nomina dei due candidati per il Partito Democratico e Repubblicano inizia un nuovo stile comunicativo su Snapchat fatto di attacchi tra Hillary Clinton  e Donal Trump che per tutti questi mesi hanno deciso di sponsorizzare contenuti su Snapchat per attirare elettori e sottolineare, allo stesso tempo le debolezze dell’avversario.

 

Donald Trump propone un Filtro Vote Trump con una sua emoji personalizzata. Il suo Slogan ” MAKE AMERICA GREAT AGAIN” è stato il suo cavallo di battagli per tutti questi mesi. Sicuramente quello che verrà più ricordato è il Filtro-cornice del Debate Day:

 

14503331_14738319383203_funddescription

DONALD TRUMP vs CROOKED HILLARY.

La forza di questa iconografica creata dal Team Trump per sminuire con un solo aggettivo l’avversario è nella scelta dei colori degli Stati Uniti, di uno slogan d’effetto che sintetizza il pensiero del candidato repubblicano.

160926095646-trump-debate-snapchat-instory-780x439

 

HILLARY inizia ad usare Snapchat già dalla corsa democratica e per questo motivo imposta la sua campagna comunicativa in modo diverso da Trump con più messaggi forti e chiari.

A Cleveland decidi di creare un geo-filter con un semplice messaggio STOP TRUMP con i nastri gialli tipici delle scene del crimini.

stop-trump-screenshot

 

Alla convention Democratica è possibile inserire una sua emoji ai contenuti multimediali. Sempre più presenti per Hillary snap che raccontano momenti di incontro con elettori, bagni di folla con marito Bill e back stage dei dibattiti politici.

Hillary Clinton

 

Ultimo filtro a poche ore dal voto è apparso una lente che permette di impersonare la candidata americana con una frase iconica:

I’m with HER, MAKE HISTORY TOMORROW. ” Questo è sicuramente il messaggio più forte di Hillary in queste Elezioni Usa 2016 su Snapchat

clinton-campaign-sponsored-geofilter

Per Hillary è sceso in campo anche il Presidente Obama che per la prima volta registra un’intervista per il programma politico su Snapchat Good Luck America enfatizzando quelle che sono le qualità della candidata in modo da convincere gli elettori a sceglierla come futuro presidente degli Stati Uniti.

Sarà veramente deciso Snapchat per queste elezioni 2016? I millenials riusciranno  ad essere l’ago della bilancia nell’assetto di voto? Quale dei due candidati ha entusiasmato di più il popolo degli under 35? Non ci resta che aspettare. Queste sono state le elezioni USA 2016 Snapchat

Nessun commento su Elezioni USA 2016 Snapchat. Ecco i momenti più importanti

I COLORI DELLA STANZA E DELLA VITA … #PensaPulito

    5:37. Come tutte le mattine il tram che passa sotto la finestra di casa riesce a far tremare tutto. Il comodino pieno di libri di cucina inizia a…

 

 

5:37. Come tutte le mattine il tram che passa sotto la finestra di casa riesce a far tremare tutto.

Il comodino pieno di libri di cucina inizia a traballare e quello è il segnale che bisogna alzarsi.

Come tutte le mattine tutto parte da una voce lieve ed ovattata dal cuscino che rompe il silenzio del dormiveglia.

” Ma anche secondo te qui c’è qualcosa che non va?”

” Per favore non iniziare. Dormiamo ancora un po’.”

“ No dai tanto è inutile lo sai che ci dobbiamo svegliare”

“ Io ti conosco e so già a cosa stai pensando. Hai quel tono sognatore e qualcosa ti sta frullando in testa. Ma ti prego risparmiami e lasciami dormire. E’ notte ancora”

“ Tanto tra un po’ mi chiederai il caffè quindi ti conviene prestare attenzione”

 

“ Perché stai fissando la stanza? Che succede? Torna a dormire ti prego.”

“ Qui c’è qualcosa che non va. Lo sento” E mentre si alza porta via con se il piumone verde che era sul letto.

Passano 10 minuti in cui tutto è rimasto in silenzio e loro si sono fermati a guardare la stanza.

“ Ascolta – con un tono un po’ seccato- qui mi convince tutto. Ogni dettaglio è perfetto e  mi ricorda un momento passato assieme.”

” Si si lo so. Ma io ti ripeto che qualcosa non torna”

” Ma davvero dici? Dai smettila. Non ne posso più di queste tue ossessioni- alzandosi di scatto ed andando verso la parete della stanza- Vedi quella cornice che pende da un lato con la nostra foto a Venezia? Ecco a me piace così come la vedi: storta, con quel colore opaco che trasuda ricordi. Quindi passami la marmellata e non iniziare di prima mattina con queste storie. Il 58 non mi aspetta e non aspetta neanche i tuoi capricci”

Con un gesto meccanico presi il barattolo della marmellata di more selvatiche e la misi sul tavolo senza neanche ascoltare le sue parole.

” Guarda che qui c’è qualcosa che non mi convince più. È tutto troppo cupo e spento. È arrivato il momento di portare più positività e sicuramente non mi faccio fermare dal tuo cinismo mattutino”

In realtà non hai tanta scelta perché questa mattina ho deciso che qui bisogna portare un cambiamento e quello che ti posso concedere è solamente scegliere tra due opzioni. Quando avrai finito di riempire la brioche avremo il colore perfetto per la nostra stanza”

 

Era inutile rispondere. Non restava che ascoltare e mangiare senza far iniziare quella giornata nel modo storto.

Allora GIALLO: Ti ricordi quella casa vista in Islanda con quel Giallo caldo ed intenso? Quella casa dove abbiamo mangiato i pasticcini al cioccolato più buoni di tutta l’isola? Ecco a me  non dispiacerebbe avere tutti i giorni un risveglio positivo ed energico. Così anche quando piove ed il cielo è grigio abbiamo la carica giusta. Un po’ come gli inglesi che cercano raggi di sole nelle giornate d’inverno.

 

colori della stanza

 

Il coltello spalmava la marmellata lentamente;  non l’avrebbe mai ammesso, ma quella poteva essere una bella idea.

Altra possibilità BLU. Profumo d’estate. Ondata di felicità nel ricordare le mille sfumature del mare. Qui non intervengo e tj lascio carta bianca. Puoi scegliere dal Blu di Polignano: colore forte, deciso ed intenso oppure un  celeste tenue del mare di Malta. A me basta svegliarmi in un posto che la mattina mi possa mettere in armonia con il mondo. Che mi faccia dimenticare il rumore del tram alle 5:37 tutti i giorni. Basta qualche ritocco di bianco e poterei sentirmi in un’isola greca in pace con me 365 giorni l’anno.

 

colori della stanza

 

” Abbiamo una terza opzione oppure possiamo  già fare una scelta? Sono le 6:50 e vorrei arrivare in orario per la riunione. E poi devi spiegarmi perché riesci a convincermi sempre. Sarà perché ci provi di prima mattina quando non capisco niente. Versami un’altra tazza di caffè altrimenti non scelgo”

” Ma quindi vedi che  anche tu pensi che c’è bisogno di un cambiamento, di un po’ di novità e positività?”

” Io penso che il caffè si stia raffreddando e penso che tu abbia già scelto di volere un risveglio BLU! “

” Lo sapevo. Solo tu mi capisci così”

” Sappi che nelle tua ondata di positività e novità devi trovare lo spazio per la nostra foto di Venezia con quella cornice storta”

” Si si. Quella la mettiamo vicino al vaso di tulipani e magari la dipingiamo di bianco. “

 

Si avvicina strappa via un bacio al sapore di mora dicendo: ” Va bene. Lasciamo quella cornice opaca tanto tutto sarà brillante e positivo. Posso concederti un solo oggetto amarcord. Vado a farmi una doccia che se non mi muovo arrivo tardi in negozio. Ma sono felice. Adesso sento che ogni risveglio sarà perfetto ed armonioso.

Ah, scusami versati tu il caffè. Non faccio in tempo”

Era chiaro che il giorno seguente il tram sarebbe passato sempre alle 5:37, ma questa volta avrebbe svegliato una stanza tutta blu mare.

Questo è uno dei racconti di positività e condivisione che ogni mese troverete sul mio blog per il progetto #PensaPulito insieme a Folletto dove invitiamo le persone a far parte di una community votata a questi valori.

2 commenti su I COLORI DELLA STANZA E DELLA VITA … #PensaPulito

ERASMUS A LA CORUÑA: LA MIA ESPERIENZA

ERASMUS A LA CORUÑA: LA MIA ESPERIENZA. Il racconto di una delle esperienze più belle nella vita: Erasmus a la Coruña con Duccio Maldera. Una delle caratteristiche della Spagna è l’incredibile…

ERASMUS A LA CORUÑA: LA MIA ESPERIENZA.

Il racconto di una delle esperienze più belle nella vita: Erasmus a la Coruña con Duccio Maldera.

Una delle caratteristiche della Spagna è l’incredibile varietà di culture che hanno influenzato la penisola, i suoi abitanti e la sua architettura; per questo, quando ho saputo che la mia meta definitiva per l’Erasmus fosse La Coruña non sapevo cosa aspettarmi.

Quando si pensa alla Spagna i primi nomi che vengono in mente sono Madrid, Barcellona o Valencia, invece questa “sconosciuta” città sull’oceano Atlantico era una incognita per me. Da amici avevo saputo che l’Università fosse molto valida, quindi sono stato soddisfatto della mia destinazione.

 

Processed with VSCO with hb2 preset

3 commenti su ERASMUS A LA CORUÑA: LA MIA ESPERIENZA

Isole Eolie: vacanze nel cuore del Mar Tirreno

Le Isole Eolie: un gioiello nel Mar Tirreno Tra i 20-50 chilometri a nord della Sicilia, nel Mar Tirreno, giacciono le isole Eolie: un gruppo di isole vulcaniche dai paesaggi…

Le Isole Eolie: un gioiello nel Mar Tirreno

Tra i 20-50 chilometri a nord della Sicilia, nel Mar Tirreno, giacciono le isole Eolie: un gruppo di isole vulcaniche dai paesaggi colorati e fantastici, ideali per trovare qualche giorno di relax, o per passarci lunghe settimane di vacanza, immersi nelle loro calde acque. Tra vulcani fumanti, bagni di fango, acque termali e magnifiche spiagge di sabbia nera, questo arcipelago vanta bellezze uniche al mondo, che fanno delle vacanze alle Isole Eolie un’esperienza indimenticabile.

vista mare sulle eolie

Parte del loro fascino risiede nella loro posizione: sono raggiungibili solo per mare. Traghetti e idrovolanti offrono numerosi passaggi da Milazzo, da Messina e da Napoli, oltre che da Reggio Calabria.

Dove andare in vacanza nelle Isole Eolie

A seconda dei propri gusti, si possono preferire alcune fra le Isole Eolie per le proprie vacanze.

È Lipari l’isola principale, la più grande e ben fornita: lì si trovano la maggior parte degli hotel e il porto, dove attraccano i traghetti dalla terraferma; è da Lipari che si può poi procedere verso le altre isole. Lipari offre, al pari delle altre isole maggiori, servizi di noleggio di automobili, scooter e barche.

È un’isola che offre diverse attrazioni: un’acropoli fortificata, la cittadina stessa di Lipari, e il porto di Marina Corta. Ma è il paesaggio stesso che conquista: inaccessibile con la macchina, a piedi si può raggiungere la Valle Muria, con la sua spiaggia, e la Punta delle Fontanelle. La punta di diamante dell’isola è il sentiero tra la spiaggia tra le Terme di San Calogero e il porto di Bagnosecco: l’emissione dei fumi sulfurei ha colorato le pietre di caolino di viola, arancio, blue e verde.

Vulcano, come il nome stesso anticipa, ospita un vulcano attivo che vale la pena di visitare. Sulla sua cima, detta il Gran Cratere, ci si può arrampicare per godere di una vista spettacolare del mare e delle isole che vi sono sparpagliate dentro. Particolarmente rinomata è la vista del canale che corre tra l’isola stessa di Vulcano e la vicina isola di Lipari.

Vulcano è poi giustamente famosa per i suoi bagni di fango nella terra vulcanica; a cui deve seguire poi un bagno rinfrescante nelle acque dell’isola, per ripulirsi dai residui. Le acque stesse dell’isola riserbano una sorpresa: dato che i fumi sulfurei del vulcano si estendono fin dentro il mare, sono venute a crearsi zone dove l’acqua emerge in calde bollicine, simile a un idromassaggio.

Stromboli, la più remota di tutte le isole Eolie, è l’unica isola vulcanicamente attiva ed è forse la più spettacolare tra tutte. Il cratere in cima è perennemente avvolto dal fumo che esso stesso produce: l’isola stessa, infatti, è poco più di un vulcano che si erge dal mare. Di sera, è possibile arrampicarsi fino al vulcano con una salita di circa un’ora, per godersi un fantastico tramonto e le incredibili eruzioni del vulcano e lo spettacolo del magma che scivola giù dalla bocca del vulcano, verso il mare.

Panarea è la più esclusiva delle isole Eolie; in primavera e in autunno, quando ancora il turismo non ha raggiunto i suoi massimi punti, Panarea offre il paesaggio perfetto per camminare e nuotare nelle acque mediterranee, nel più completo relax. L’attività vulcanica, ormai spentasi su quest’isola, l’ha dotata di rocce dai colori e dalle forme più variegate. Il mare è, naturalmente, stupendo: calmo e chiaro. Le sue coste sono adornate da rovine dei tempi romani: un porto e una villa, nei pressi del piccolo paesino di Basiluzzo.

Le minori fra le Isole Eolie

Salina, collinosa e dalla vegetazione lussureggiante, è la più verde di tutte le isole. Il porto principale è Santa Marina Salina: lì si trova la strada maggiore, lungo la quale si snodano le boutique più chic e anche i luoghi migliori dove mangiare. Due piccoli, curati musei raccolgono l’eredità storica della cittadina: il Museo dell’Emigrazione, a Malfa, e il Museo Etnografico, a Lingua. La punta più alta dell’arcipelago è Monte Fossa delle Felci, da cui si gode di una vista realmente mozzafiato su tutto il mare attorno.

Filicudi e Alicudi danno il meglio di sé se esplorate a piedi o in barca (con cui si può raggiungere, per es., una grotta segreta dove ogni 15 di settembre di festeggia un festival a lume di candela: imperdibile). I fondali di queste due isole, le più piccole, possono celare interessanti tesori, se si è in vena di fare immersioni; e le sue coste sono ricolme di piccole, intime alcove di sabbia nera.

Le meraviglie delle isole Eolie non finiscono qui. La cucina tipica offre piatti gustosi costruiti attorno a pochi elementi chiave: pomodorini, capperi, olive, verdure fresche e, naturalmente, pesce fresco. I piatti migliori sono quelli locali: i moscardini, le pennette Adelina, le granite – tutti i classici di una tradizione secolare, per una vacanza perfetta.

Con una popolazione totale di appena 10.000 abitanti, queste sette isole (coi loro diversi isolotti disabitati disseminati qua e là nel mare) nel cuore del Mar Tirreno, ricche di spiagge nere e di paesini di case bianche arroccate l’una sull’altra, sono colme di meraviglie paesaggistiche e di ottimo cibo. Tutto ciò le rende la meta agognata di molte vacanze; ma una vacanza, per essere perfetta, ha bisogno di una perfetta organizzazione, quale quella offerta da Voyage Privé. Così, alle Isole Eolie non mancherà nulla per essere la più perfetta meta di vacanze.

Nessun commento su Isole Eolie: vacanze nel cuore del Mar Tirreno

Snorkeling Puglia, alla scoperta del mare in Puglia

Alla scoperta del mare pugliese per capire dove fare Snorkeling  Puglia con EasyBreath, la nuova maschera. Ormai la Puglia è globalmente riconosciuta come una delle destinazioni turistiche più di tendenza…

Alla scoperta del mare pugliese per capire dove fare Snorkeling  Puglia con EasyBreath, la nuova maschera.

Ormai la Puglia è globalmente riconosciuta come una delle destinazioni turistiche più di tendenza d’Italia. Io, da orgoglioso pugliese, non posso che confermare questo trend rilanciando però una maggiore attenzione al rispetto del nostro patrimonio naturale per poter meglio apprezzare quanto di più bello abbiamo.

La Puglia è belle da Nord a Sud, ma possiamo dirlo onestamente?  I turisti che arrivano da noi hanno una grandissima voglia di vedere le spiagge più bella della Puglia dal Gargano al Salento ed ecco perché oggi voglio raccontarvi i 3 migliori posti dove fare Snorkeling  Puglia.

TORRE GUACETO: 

Parto dal racconto di un posto al quale io sono davvero affezionato. Torre Guaceto è una riserva naturale protetta in provincia di Brindisi che si distingue per biodiversità e bellezze naturalistiche. Oasi paradisiaca è il posto ideale per tutti gli appassionati di mare perché qui avrete la possibilità di effettuare delle visite guidate organizzate dai volontari della riserva, oltre le tantissime escursioni tra trekking ed esplorazione. Se siete incuriositi da questo scenario non potete assolutamente perdere il racconto ” Torre Guaceto, Selvaggio paradiso pugliese“.

Torre Guaceto Spezio

MONOPOLI Se avete voglia di scoprire le bellezze del mare barese e della ricca fauna presente nelle tantissime calette rocciose presenti ecco il posto perfetto per voi. A pochi km da Polignano avrete così la possibilità di unire la passione per i panorami mozzafiato e la voglia di scoprire le mille sfumature di blu che Monopoli riesce a regalare grazie alle insenature naturali e alle tantissime grotte presenti sul territorio.

Monopoli Spezio

ISOLE TREMITI: Una delle zone più suggestive della Puglia. Le Isole Tremiti si trovano nella zona del Gargano e sono assolutamente il posto giusto per ammirare le bellezze dei fondali marini pugliesi. Tantissimi sono i turisti che si riversano in estate nelle diverse isole quindi, quando siete immersi per fare snorkeling  state attenti alle imbarcazioni che visitano i posti sotto citati.

Cala Matano – Isola di San Domino

La cala è collocata  nell’isola di San Domino. E’ possibile ammirare questa  insenatura naturale tra la roccia calcarea che scende a strapiombo sul mare, immersa nella tipica vegetazione mediterranea . Il  fondale sabbioso con un ’acqua limpida e dal colore turchese è perfetto per lo snorkeling. Chi segue la musica di   di Lucio Dalla  riconoscerà il nome di cala Matano , infatti è proprio sulle rive di questa baia che il cantante  scrisse  uno dei suoi più grandi successi: “Luna Matana”.

Grotta del bue marino – Isola di San Domino

Sul fondale  della grotta vi è un piccolo  arenile. Data la poca profondità delle acque in questa zona è possibile osservare il particolarissimo fenomeno della luminosità: la luce del sole,attraversando  le acque basse della cavità, dona una colorazione sulle tinte dell’azzurro a tutto il luogo.

Punta Secca- Isola di Caprara 

Punta secca è collocata  all’estremità orientale dell’isola di Caprara. Al primo sguardo vi renderete conto che la costiera è caratterizzata da roccia molto scoscesa e frastagliata con falesie a picco sul mare a causa delle fortissime correnti e dei venti di  maestrale e tramontana. In questo posto arrivano i subacquei di tutta europa per la bellezza dei fondali tra i più suggestivi delle Tremiti. Unica problematica da prendere in considerazione è la forza delle correnti di mare in queste zone.

Ecco invece qualche posto dove fare snorkeling in Puglia nel Salento.

Porto Badisco, nel Comune di Otranto, potete trovare questo fantastico posto  tra Punta Scuru e Punta Palascia  nella zona di Capo d’Otranto, molto suggestiva  per la posizione degli scogli. La scelta di consigliare questa zone è data dalla possibilità di ammirare   la Grotta dei Cervi.

Porto Cesareo non è solamente una delle destinazioni turistiche più in voga nel Salento, ma è anche un ottimo posto dove sostare per fare snorkeling per   i fondali  ricchi di animali e vegetali e soprattuto  di spugne di notevoli dimensioni, di tartarughe marine e di pesci multicolori.

Marina d’ Ugento, invece è la destinazione perfetta se avete voglia di incontrare ricci,  di polpi, murene, e  una vasta gamma di fauna da scoglio.

Lo snorkeling piace davvero a tutti perché al contrario delle immersioni non si ha bisogno di un corso di preparazione per potersi tuffare in acqua in sicurezza. Quello che vi serve è l’attrezzatura giusta ed io posso assolutamente consigliarvi la nuovissima maschera prodotta da Decathlon: EasyBreath. Sostanzialmente questa maschera modifica la vecchia idea di fare snorkeling dandovi la possibilità di respirare sott’acqua come siete abituati all’aria aperta. La particolarità è quella di sentirsi un po’ sirene e tritoni del mare senza dover utilizzare il boccaglio e parecchie volte ci rende insoddisfatti delle nostre piccole immersioni. Ovviamente ho scelto la maschera con lo stesso colore della mia gallery Instagram @EzioMrLifestyle BLU. In realtà esistono anche due diverse tonalità rosa e blu.

Quindi cosa aspettate? Venite in Puglia a Fare Snorkeling

Puglia mare

 

 

1 commento su Snorkeling Puglia, alla scoperta del mare in Puglia

#IfoodRaduno2016: We Are Snapchat in un weekend food

Non vedevo l’ora di condividere questa bellissima notizia con voi: il 9-10 Luglio #IfoodRaduno2016 si tinge di We Are Snapchat per seguirmi ecco il mio nic Snapchat @EzioMrLifestyle    Le…

Non vedevo l’ora di condividere questa bellissima notizia con voi: il 9-10 Luglio #IfoodRaduno2016 si tinge di We Are Snapchat per seguirmi ecco il mio nic Snapchat @EzioMrLifestyle 

 

Le cose belle accadono, ma bisogno anche un po’ essere sognatori per vederle realizzate: #IfoodRaduno2016

Quando ho iniziato qualche mese fa con l’idea di creare una community non sapevo esattamente cosa aspettarmi. La mia era sola la voglia di dare concretamente una risposta alla stessa domanda che mi veniva postata: ” Snapchat come funziona? ” Ecco per questo motivo è nata la community di We Are Snapchat  che mese dopo mese è cresciuta, maturata si è posta nuove sfide, ma ha potuto fare tutto questo grazie a delle persone fantastiche del mondo web che hanno creduto in questo progetto.

Per questo avevo un sacco di voglia di convivere con voi questa notizia: questo weekend sarò guest e speaker del primissimo raduno di Ifood magazine di cucina e network di blogger del gruppo NetAddiction: #IfoodRaduno2016.
Quando mi è stato proposto di partecipare al primo raduno di Ifood per parlare di Snapchat mi sono sentito contemporaneamente lusingato ed onorato. Sabato 8 saro’ a Terni per parlare della community di We Are Snapchat e per aiutare piu’ di 100 foodblogger del network ifood a scoprire assieme le potenzialita’ di questo social che tanto spaventa- solo in un primissimo momento- e poi travolge tutti.

#ifoodRaduno2016

 

Oltre ad illustrare esattamente l’utilizzo di Snapchat con tutte le novita’ in arrivo ci sarà un focus speciale sul Food, topic principale di questa due giorni a Terni. Non saro’ solo pero’ perché avró il piacere di chiacchierare con alcune blogger …… Che racconteranno un po’ il loro utilizzo di Snapchat. Tutto questo ha lo scopo di aiutare i presenti a comprendere come Inserire Snapchat in una strategia di social media marketing oltre che a migliorare il personal branding del vostro blog. In questa bellissima avventura non sarò solo, ma scambierò qualche chiacchiera con Anna Rita Granata, Serena Pierini, Barbara Baccarini, Veronica Gastaldo, Alice Targia blogger del Network Ifood che racconteranno la propria esperienza con Snapchat.

Ecco il programma di questi due giorni a Terni per #IfoodRaduno2016

SABATO 9

Ore 14:00: Apertura lavori

Andrea Pucci, CEO e Amministratore unico di Netaddiction darà il benvenuto agli iFoodies.

Ore 14:30: iFood 2.0 – Il restyling

Con Pierpaolo Greco, coordinatore editoriale. Confronto sui cambiamenti grafici e di struttura del nuovo iFood. Cosa è cambiato e opportunità.

Ore 16:30: Introduzione ai social network di iFood

Con Antonio Fucito, Social media Manager

Ore 17:00: We Are Snapchat

Con Ezio Totorizzo e iFoodies: Anna Rita Granata, Serena Pierini, Barbara Baccarini, Veronica Gastaldo, Alice Targia sull’utilizzo del nuovo Social Network che spopola tra i blogger.

Ore 18:00: Tour enogastronomico

Presso le cantine Arnaldo Caprai, per mostrare come sia possibile, oggi come in passato, avere come obiettivi qualità, ricerca e diffusione della cultura e della tradizione del territorio. con attenzione alla sostenibilità.

Ore 20:00: Light dinner cooking show e degustazione

Gentilmente offerta dalle cantine Arnaldo Caprai, sarà accompagnata dal cooking show dello Chef Salvatore Denaro, sostenitore del cibo fresco e biologico, introdurrà i blogger alla cucina Umbra e mostrerà abbinamenti e utilizzo del Sagrantino in cucina.

#IfoodRaduno2016

DOMENICA 10

Ore 9:30: Netaddiction Open Day – Speed Date

Per conoscere ed incontrare le persone che fanno parte di Netaddiction

Ore 10:00: Workshop Video

A cura di Netaddiction e iFoodies: Chiara Setti e Francesca Caprino

Ore 12:00: Live Cooking Show

Luca Sessa, Fedora D’Orazio e Lina d’Ambrosio prepareranno alcune pietanze per degustazione e workshop video

Ore 12:30: iFood Social Brunch

Con specialità e assaggi regionali degli iFoodies.

 

Insomma non vi resta che seguire questo bellissimo momento di condivisione e crescita su tutti i social con l’hashtag #IfoodRaduno2016 e per il panel di Snapchat come #WeAreSnapchat. Ecco il mio snapcode dove troverete tutti gli aggiornamenti del weekend oltre che nel gruppo WE ARE SNAPCHAT su Facebook!

Ezio Totorizzo Snapchat

 

 

Cosa aspetti? Vieni a trovarci e preparati.. Work in Progress!

We Are Snapchat

 

 

 

1 commento su #IfoodRaduno2016: We Are Snapchat in un weekend food

We Are Snapchat Bari: alla conquista del mondo.

Ci ho messo un po’ di tempo a trovare le parole giuste per scrivere questo post. Non trovo difficile raccontare quello che è successo sabato 18 Giugno a Bari con…

Ci ho messo un po’ di tempo a trovare le parole giuste per scrivere questo post.

Non trovo difficile raccontare quello che è successo sabato 18 Giugno a Bari con il 1 raduno di Snapchatter in Italia, quanto riuscire a rendervi partecipi delle emozioni legate a queste ore.

50 Snapchatter si sono incontrati per il 1 raduno della community WE ARE SNAPCHAT Bari . Un evento organizzato a Bari è diventato un evento mondiale. Per 9 ore siamo stati Trending Topic su Twitter con #WeAreSnapchat ed udite udite abbiamo raggiunto il 23 posto nei Trending Topic Mondiali raggiungendo 2 milioni di persone su Twitter.

 

We Are Snapchat

 

Ecco come entrare nella community di WE ARE SNAPCHAT

La cosa bella dei social è che tu puoi creare un evento su Snapchat e poi all’improvviso questo diventa virale e ti arrivano menzioni da MTV ITALIA, TV TALK, Fabri Fibra e tanti altri che hanno iniziato a condividere il proprio snapcode con We Are Snapchat.

we are snapchat Bari

Ecco tutto questo mi ha reso immensamente felice, ma io penso che come le più belle favole anche il racconto di  questa debba iniziare così:

C’era una volta… un ragazzo sognatore e come si dice in Puglia ” CAPA DURA”. Uno che quando ha qualcosa per la mente non riesce a stare un secondo fermo e subito inizia a buttar giù idee e progetti. Questa volta aveva avuto l’idea di creare un gruppo- community di gente appassionata di Snapchat e udite udite: cercare di riunire queste persone tutte assieme. Ovviamente qualsiasi persona sana di mente che lavora nel digital avrebbe ipotizzato Milano come location perfetta per questo grande lancio. Ecco sempre quel ragazzo ha una grandissima passione per la propria terra, la Puglia ed ha così pensato di scegliere BARI come luogo ideale per il 1 raduno di Snapchatter in Italia. Tutte le favole però non vi dicono che dietro tutti i grandi protagonisti ci sono tantissime persone che rendono questi sogni possibili. Ecco io voglio iniziare dicendo GRAZIE. Un grazie a chi si è lanciato in questa avventura con me e mi ha supportato, Valentina e tutto il team di Spinn, la Regione Puglia che ha deciso di patrocinare un evento che per la prima volta raccontava Bari con un linguaggio fresco ed immediato. Grazie a Marco e Salvatore che mi hanno aiutato e supportato anche la sera prima quando io ero pieno d’ansia e dubbi. Grazie a Silvia che in un giorno ha deciso di creare i biscotti più buoni e cool EVAH! Grazie al panificio Milanese di Visaggio che ci ha ospitato e deliziato con una buonissima focaccia. E ora il grazie più grande va a tutte le persone che sono state con noi al primo raduno di We Are Snapchat. Chi ha preso treni all’alba da LECCE, MAGLIE, FOGGIA e POTENZA solo per passare una mattinata assieme, solo per la voglia di vivere la community in modo autentico, per raccontare la nostra bellissima terra. Sì perché a tutti quelli che gridano il proprio amore solamente online e poi dal vivo c’è ben poco se non chiacchiere, io sabato ho conosciuto gente che ha voluto credere nel potere della community, dello stare assieme del #BetterTogether ed io non posso che dirvi GRAZIE

 

 

focaccia we are snapchat

We Are Snapchat Bari

we are snapchat 2

 

snapchatter we are snapchat

 

 

we are snapchat bari vecchia

PH foto Salvatore Visci

 

Una carrellata di richiami VIP a WE ARE SNAPCHAT BARi

 

13515423_10209677381360710_800658385_n

mtv snapchat

 

TvTallk Snapchat

Nessun commento su We Are Snapchat Bari: alla conquista del mondo.

Digita la tua frase e clicca su INVIO per avviare la ricerca

css.php