Civita di Bagnoregio, la città che muore

postato in: Travels | 11

Alla scoperta di uno dei Borghi più belli e caratteristici d’Italia: Civita di Bagnoregio

Uno dei poteri  della rete è quello di scambiare opinioni e ricevere consigli da amici. Nel mio caso su destinazioni di viaggio ed infatti qualche tempo fa avevo chiesto un borgo o paesino diverso dal comune ed una risposta arrivata mi ha illuminato: Civita di Bagnoregio, una frazione di Bagnoregio in provincia di Viterbo. Si può raggiungere solo a piedi attraverso un ponte di cemento armato costruito nel 1965, e solo in certi orari, gli abitanti possono percorrerlo o con cicli o con motocicli. Questo è dovuto al fatto che l’attività di erosione della collina e della vallata continua ancora oggi e nel tempo ha creato i tipici calanchi, regalando scenari unici.

Civita di Bagnoregio foto 1

Io non ne avevo sentito parlare prima, ma vi assicuro che mi stavo perdendo uno dei posti più suggestivi visti nell’ultimo periodo in Italia.

Perché passare una giornata a Civita di Bagnoregio?

– Per lo scenario da film che offre. Il borgo medievale infatti è collegato alla cittadina solamente da un ponte che nel periodo invernale è completamente coperto da nebbia  ricreando un’atmosfera spettrale e molto misterioso, ideale per gli amanti dell’avventura ed esperienze fantasy.

Civita di Bagnoregio foto 2

– Lo scenario carsico per gli amanti delle erosioni naturali. La città di Civita di Bagnoregio è a strapiombo su uno degli spettacoli naturali a cielo aperto tra i più suggestivi in Italia in attività ancora oggi.

– La città medievale di Civita di Bagnoregio è abitata da soli 12 abitanti ed offre scorci quasi pittoreschi e molto caratteristici di case in pietra ben curate, gatti in totale relax spaparanzati ovunque e ristorantini tipici a poco prezzo, ma con cucina di alta qualità.

Civita di Bagnoregio foto 3– Civita di Bagnoregio è uno dei borghi più belli d’Italia, per questo utilizzato come set cinematografico, come ad esempio per il “Pinocchio” di Alberto Sironi con Alessandro Gassman, Luciana Litizzetto, Margherita Buy, Francesco Pannofino, Violante Placido e la soap “Terra Nostra 2”, oltre che utilizzata per diverse pubblicità.

– Civita di Bagnoregio è definita la “città che muore” perché purtroppo l’attività di erosione sta pian piano erodendo il perimetro di questo borgo che lentamente muore sia per questo che per la fuga dei veri residenti verso la città di Bagnoregio.

– Per mangiare a Civita di Bagnoregio io mi sono fermato alla trattoria “Antico Forno” e posso assicurarvi un ottimo rapporto qualità prezzo. Facile da raggiungere perché in una stradina della piazza principale. In realtà ci sono tanti ristoranti e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Secondo me questo sarebbe il posto ideale dove fermarsi a riflettere, magari a contemplare l’opera dell natura, magari in una casa di pietra. Ecco non sono come possa essere in inverno la cittadina di Civita di Bagnoregio , magari con nebbia e temporali, ma questo solo i più temerari possono dirlo. 😀

Civita di Bagnoregio foto 4

EVENTI A CIVITA DI BAGNOREGIO

A Natale viene allestito un presepe vivente. I racconti della nascita di Gesù vengono ambientati nelle stradine, la cui atmosfera è perfetta per la magia del Natale.

La prima domenica di giugno e la seconda di settembre viene allestito nella piazza principale di Civita di Bagnoregio  il secolare Palio della Tonna (“tonda” nel dialetto locale), in cui le contrade di Civita si sfidano a dorso di un asino, sostenuti dal tifo degli abitanti.

La prima domenica di giugno la prima festa patronale di Maria SS. Liberatrice e del SS. Crocifisso.

La seconda domenica di settembre la seconda festa patronale della Madonna Liberatrice e del Crocifisso.

 

COME  RAGGIUNGERE CIVITA DI BAGNOREGIO

Solo in auto.

Da nord si arriva da Orvieto utilizzando la SP 12.

Da sud si arriva da Montefiascone utilizzando la SS 2 Cassia fino a Montefiascone, poi SS 71 Umbro-Casentinese direzione Orvieto ed infine la SP 130 per Bagnoregio.

In treno o bus si può scegliere o la stazione di Orvieto o quella di Viterbo.

Civita di Bagnoregio foto 5

*Spezio*

11 risposte

  1. meraviglia! non lo conoscevo…prima o poi voglio visitarlo!!!

    • Ezio Totorizzo

      Milly devi andare assolutamente. A me era stato consigliato e di ritorno dall’Umbria ci ho fatto un salto. Suggestivo.. Magari con bimbi eviterei l’inverno per la nebbia e possibile paura, però ne vale la pena. 😀

  2. Uno spettacolo, hai ragione! Belle le foto! Io quando sono andata ho mangiato nell’Hostaria del Ponte, prima di attraversare il lungo ponte, quindi non in pieno centro. Visto che sei in vena di scoperte dalle mie parti… mai vista Calcata, la città degli artisti???

  3. Da anni sogno di vedere Civita di Bagnoregio, tanto ne ho sentito parlare e ne ho viste centinaia di foto e penso sia uno degli scenari più suggestivi che si possano desiderare. Ezio mi hai preceduto e grazie infinite per questo post interessantissimo!

  4. Io sono stata a Capodanno . Meravigliosa ed unica. Non c’era la nebbiolina ma un sole stupendo… un incanto

  5. bellissimo davvero !! volevo sapere la salita è molto irta? quanto ci vuole a passo lento ?

  6. Mahee Ferlini

    Un meraviglia che non conoscevo! Veramente stupenda 🙂

  7. […] destinazione insolita, ma che bisogna assolutamente vedere una volta nella vita è Civita  di Bagnoregio. Arroccata su di una collina e collegata alla città da un ponte, viene anche denominata la città […]

Lascia un commento

Protected by WP Anti Spam