Categoria: Tendenze

Opere d’arte: 20 opere d’arte da vedere in Italia

20 opere d’arte da conoscere: Top 20 Italia 2o opere d’arte da vedere in Italia è una Top20 creata per poter raccontare le bellezze del nostro paese da riscoprire e…

20 opere d’arte da conoscere: Top 20 Italia

2o opere d’arte da vedere in Italia è una Top20 creata per poter raccontare le bellezze del nostro paese da riscoprire e da non perdere assolutamente.

Opere d’arte da vedere assolutamente in Italia per bellezza e notorietà. Un viaggio all’insegna della bellezza made in Italy.

Quando Ezio mi ha proposto di scrivere un nuovo articolo, mi ha lanciato una sfida piuttosto interessante: stilare un elenco di 20 opere d’arte da vedere assolutamente in Italia. Una proposta ardua e al tempo stesso stimolante: come fare a racchiudere in soli 20 nomi l’intero patrimonio artistico del nostro paese, che comprende oggetti, quadri, sculture, luoghi? Senza contare tale lista sarebbe risultata inevitabilmente incompleta e totalmente soggettiva.
Per tutti questi motivi, ho voluto dare vita ad una forma di lista partecipata coinvolgendo amici, colleghi e conoscenti. Non si assiste quindi ad un’autorità che impone “dall’alto” che cosa vale la pena vedere e cosa no, ma ad una pluralità di voci che dispensano consigli sulla base dei propri ricordi, emozioni, sensazioni. Un insieme di esperienze diverse che si mescolano, si intrecciano, diventando punto di partenza per nuovi racconti che hanno come comune denominatore le opere d’arte.

In questa lista troverete solo opere d’arte  (tralasciando invece luoghi ed edifici che daranno vita ad un catalogo separato) raccontati dalla voce di coloro che li hanno scelti. In ogni punto dell’elenco troverete l’indicazione dell’autore e il titolo dell’opera selezionata, insieme al nome della persona e al luogo in cui recarvi per poterlo vedere di persona (laddove il nome è assente significa che a parlare è l’autore dell’articolo). Si tratta ovviamente solo di suggerimenti, nella speranza che questa lista possa continuare ad allungarsi arricchendosi di spunti e indicazioni. Soprattutto, la speranza più grande è questa traccia, appena abbozzata, faccia nascere la voglia di esplorare la nostra meravigliosa terra, portando a scoprire – o meglio riscoprire – quanto ci circonda e fa parte di noi.

Ecco opere d’arte da non perdere assolutamente racchiuse in una TOP 20

Nessun commento su Opere d’arte: 20 opere d’arte da vedere in Italia

Musica in 8d: cos’è e come funziona

Musica in 8d: un nuovo modo di sentire la tua musica preferita! Oggi ho voglia di fare un esperimento insieme a voi e condividere lo stupore e la magia della…

Musica in 8d: un nuovo modo di sentire la tua musica preferita!

musica in 8d

Oggi ho voglia di fare un esperimento insieme a voi e condividere lo stupore e la magia della prima volta in cui mi sono imbattuto nella musica in 8d! Siete pronti?

Come sentire musica in 8d?

Niente di più semplice! Tutto quello che vi occorre è un paio di cuffie! Non barate, non valgono casse del pc o subwoofer o altri dispositivi. Se volete apprezzare a pieno la magia di questa nuova tecnologia dovete procurarvi un paio di cuffie, sistemarle per bene e premere play ad uno dei brani di seguito!

Piccolo consiglio?

Indossate le vostre cuffie e…chiudete gli occhi!

8D audio

Esempio di musica in 8d: cos’è questa tecnologia di cui tutti parlano?

Deficio- Lacrimosa (8D AUDIO)

 

Che cos’è la musica in 8d o 8D audio?

Inutile che provate a nascondere quella espressione stupita sul vostro volto! E’ successo a tutti dopo il primo click. Avete spinto play convinti di ascoltare l’ennesimo riarrangiamento della vostra musica preferita ed improvvisamente vi siete ritrovati immersi in una esperienza di musica….a 8D, appunto!

Questa nuova tecnologia, infatti, restituisce all’ascoltatore l’impressione che la musica provenga dall’esterno e, per di più, che si muova nello spazio, da sinistra a destra e viceversa come se l’ascoltatore fosse circondato da una serie di casse posizionate intorno a lui.

All’inizio è normale provare un senso di straniamento, ma superate le prime note quello che rimane è una piacevole sensazione di essere letteralmente circondati dalla musica.

Su YouTube o Spotify è facilissimo trovare esempi di 8D audio di brani sia italiani che stranieri e di ogni genere musicale (da Lady Gaga a Ed Sheeran, passando per i Queen, Enya, o colonne sonore di film famosi).

Musica in 8d: tra novità e riscoperta

Per essere una “nuova tecnologia”, infatti, avrete notato che esistono in circolazione già diversi brani rivisitati con questa tecnica. Questo è legato al fatto che gli 8d audio circolavano già da tempo senza, però, essere mai riusciti davvero a “sfondare” e diventare il fenomeno virale a cui stiamo assistendo in questi ultimi giorni complice, forse, il tam-tam di alcuni di questi brani su Whatsapp e altri social

Musica in 8d: alcuni brani su Youtube

Di seguito vi lascio qualche esempio di brano in 8d direttamente da YouTube: buon ascolto!

Evanescence – My Immortal (8D AUDIO)

 

Tones and I – Dance Monkey (8D AUDIO)

 

Non ultimo, un bellissimo esempio di brano in 8D lanciato dai Pentatonix che è rapidamente diventato virale sui social

Pentatonix – Hallelujah (8D AUDIO)

 

Fatemi sapere che cosa avete provato al primo ascolto o non esitate a mandarmi un messaggio sui Social (@EzioMrLifestyle) per dirmi la vostra opinione sulla musica in 8D!

Nessun commento su Musica in 8d: cos’è e come funziona

Pancake ricetta: come fare pancake gustosi e veloci

Pancake ricetta: guida pratica Pancake ricetta: nasce qui la guida alla preparazione delle frittelle americane! La voglia di svegliarsi con dolcezza è sicuramente una delle idee più ricorrenti nella nostra…

Pancake ricetta: guida pratica

ricetta pancakes

Pancake ricetta: nasce qui la guida alla preparazione delle frittelle americane!

La voglia di svegliarsi con dolcezza è sicuramente una delle idee più ricorrenti nella nostra mente quando abbiamo voglia di una coccola o di fare un piccolo regalo al nostro palato.

Ho iniziato ad amare i pancake più di 10 anni fa quando sono stato per la prima volta in America e, dopo il primo assaggio, non ho più smesso di mangiarne!

Dopo tante prove con diverse ricette pancake, voglio condividere con voi quella che considero la miglior ricetta pancake americani! Se avete altre versioni di ricette su come fare i pancake migliori, non esitate a mandarmi un messaggio sui Social come @EzioMrLifestyle

Ricetta pancakes: ingredienti per circa 6-8 frittelle

  • 200 gr di farina di farro integrale
  • 250 gr di latte
  • 2 uova
  • 20 gr di zucchero
  • 30 gr di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Olio di cocco per la cottura

Preparazione dei pancake

Sbattete in una ciotola le uova.

Mescolate la farina con lo zucchero, il lievito e aggiungete un pizzico di sale.

Quindi unite le componenti secche con quelle liquide partendo dalle uove e a seguire l’olio di semi ed infine il latte ricordando di versarlo solo poco per volta fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo, non troppo liquido che si versi con facilità e mantenga una buona consistenza.

Pancake americani: poche regole per la cottura

Utilizzate una padella antiaderente, meglio se piatta come quella per le crepes.

Fate sciogliere una noce di olio di cocco senza eccedere nella quantità!

Portate la fiamma a fuoco lento e quindi fate cadere dall’alto l’impasto fino ad ottenere un disco del diametro di circa 8-10 cm

Far cuocere  per qualche secondo. Noterete che si inizieranno a formare delle bollicine sulla superficie del pancake..questo è il momento di girarli!

Con una spatola verificate che si stacchino dalla superficie della padella e quindi, con un unico colpo, girate il pankake per completare la doratura.

Pancake: ecco come servirli!

come fare i pancake

Una volta impilati sul piatto di portata, potete decorare la vostra colazione appena preparata facendo colare dall’alto sulla vostra torre di frittelle americane il classico sciroppo d’acero!

Le alternative, tuttavia sono infinite, dovete solo sbizzarrirvi con la fantasia!

Per esempio potete servirli accompagnati con frutti di bosco o altra frutta di stagione (banana, fragole, kiwi, melone) o ancora  arrichendoli con il burro di arachidi o della nutella o marmallete a vostro gusto e piacere!

Trucchi e consigli per rendere i vostri pancakes ancora più perfetti!

Se avete tempo e desiderate ottenere un impasto più spugnoso dividete i tuorli dagli albumi e montante a neve quest’ultimi prima di aggiungerli al composto.

Per chi soffre di intolleranza al lattosio o ha difficoltà a digerire il latte, potete utilizzare del latte magro o privo di lattosio senza per questo perdere il gusto di questa colazione in stile americano

Lasciate qualche minuto l’impasto in frigo, gioverà al risultato finale!

Se desiderate dimezzare i tempi e duplicare il piacere, usate una padella più grande in modo da prepararne due contemporaneamente.

BUON APPETITO!!

Per gli appassionati di dolci americani non perdetevi la lettura  del post sui Cupcake Red Velvet

1 commento su Pancake ricetta: come fare pancake gustosi e veloci

Eros e seduzione: gli ori nelle opere di Gustav Klimt

Gustav  Klimt Opere: Vite d’artista Alla scoperta delle vite dei più grandi artisti della storia dell’arte Raccontare l’arte è una delle cose che mi più mi affascina: condividere con gli…

Gustav  Klimt Opere: Vite d’artista

Alla scoperta delle vite dei più grandi artisti della storia dell’arte

Raccontare l’arte è una delle cose che mi più mi affascina: condividere con gli altri aneddoti, curiosità e riflessioni. Perchè? Perché l’arte ci riguarda. Anzi, ci ri-guarda, ci osserva da tempi più o meno lontani e riflette una parte di noi. Chi non si è mai commosso ascoltando una canzone oppure guardando un film?

Eppure, la maggior parte delle persone considera l’arte una cosa morta, da museo, lontana dai nostri tempi. Niente di più sbagliato: gli artisti sono uomini e donne che hanno vissuto, sofferto, amato, gioito esattamente al pari di noi, con l’unica differenza che hanno deciso di raccontare tutte queste esperienze in un’opera, restituendola al mondo.

Oggi comincia un nuovo percorso dal titolo Vite d’artistache vuole cercare di raccontare alcuni di questi uomini e donne straordinari, attraverso le loro opere e le loro creazioni. Il primo personaggio che incontriamo lungo la strada è Gustav Klimt, il celebre pittore viennese famoso per le sue opere dorate e preziose.

klimt

Nessun commento su Eros e seduzione: gli ori nelle opere di Gustav Klimt

Oroscopo 2020: Amore, Lavoro, Fortuna, Viaggi segno per segno

Oroscopo 2020: cosa ci riserveranno le stelle per il nuovo anno? Puntuale come ogni anno arriva l’Oroscopo per il 2020… certo, questo è sicuramente il momento di fare bilanci, di…

Oroscopo 2020: cosa ci riserveranno le stelle per il nuovo anno?

Puntuale come ogni anno arriva l’Oroscopo per il 2020… certo, questo è sicuramente il momento di fare bilanci, di risistemare i doni che il 2019 ci ha fatto, … ma non fermiamoci qui! Questo è il momento di volgere lo sguardo verso il futuro, di trovare le energie per vivere un anno ancora più ricco del precedente e se qualcosa non è andata come speravamo, beh… è ora di ripartire e non di piangersi addosso! Il 2020 è l’anno del doppio, il numero stesso ce lo ricorda, riceveremo tanto visti i diversi transiti planetari importanti durante tutto l’anno: Giove e Saturno in Capricorno, Nettuno in Pesci e Urano in Toro. Di questi  transiti gioveranno tutti i segni. Secondo antiche credenze gli anni bisestili non sono proprio fortunati, ma lasciamoci alle spalle queste visioni arcaiche e crediamo in un  anno che ci regalerà tante emozioni, tante gioie e tante soddisfazioni… E se ogni tanto ci sarà qualcosa che non andrà come vorremmo, questa sarà solo la spinta per darci da fare a rendere la nostra vita un autentico capolavoro!

 

Oroscopo 2020 ARIETE (21 marzo – 20 aprile) Realizza i tuoi sogni!

Saturno in Capricorno rende fioca la vostra concentrazione, ci vorrà dunque tanto impegno per centrare i vostri obiettivi, ma ce la farete, anzi otterrete più di quanto sperate. E’ l’anno dei successi, basta con le rinunce, con le ristrettezze economiche, questo è l’anno della stabilità tanto agognata. Sognate in grande, accettate tutte le sfide e ne verrete fuori sicuramente vincitori.

Per chi cerca l’anima gemella dovrà attendere l’estate radiosa: le relazioni che nasceranno non saranno fuochi di paglia, ma rapporti duraturi e importanti. Andrete d’accordo con tutti i segni, ma per abitudini e visioni di vita tenete d’occhio i nati sotto il segno del Toro. Se invece vivete una relazione già consolidata non trascurate il vostro partner, anzi cogliete l’occasione per partire in viaggio.

Pensate a mete esotiche e rilassanti cari amici dell’Ariete, Bali per voi potrebbe essere la soluzione giusta: tanto mare, tanto sole, tanto relax per godervi i vostri successi. Sesso: siate molto complici, attenti… le maggiori soddisfazioni arriveranno nei terreni già battuti!

 

Oroscopo 2020 TORO (21 aprile – 20 maggio) Non perdere la speranza!

Il 2019 vi ha messi a dura prova e i residui di quest’anno difficile e faticoso non vi abbandoneranno facilmente se non con i primi soli primaverili. Non lasciatevi abbattere mai, cogliete il bello che vi circonda e che si nasconde nelle piccole cose. E’ vero che Saturno in Capricorno vi renderà facilmente irritabili, a volte apatici e spesso troppo incupiti per guardarvi intorno, ma non perdete mai la concentrazione: il meglio è ad un passo da voi!

E’ questo l’anno della concretezza, non disperdete le nostre energie in attività dal finale incerto, sul lavoro siate cauti e sappiate aspettare… Non rovinate tutto con un attacco d’ira! E’ questo l’atteggiamento da avere anche nelle relazioni di coppia: i vostri partner saranno tendenzialmente pazienti e comprensivi, ma non sperate sempre nella bontà di chi vi è a fianco, qualche volta rilassatevi e ricambiate chi vi sta vicino. I single, ahimè, dovranno aspettare un attimo: non mancheranno delle belle opportunità, ma non sperate che queste diventino le vostre storie per la vita.

Non perdete molto tempo ad organizzare i vostri viaggi: vi consiglio una bella e rilassante crociera nelle isole grecheSesso: non sfogate la vostra insoddisfazione in questo ambito, siate piuttosto accondiscendenti e fantasiosi.

 

Oroscopo 2020 Gemelli (21 maggio – 21 giugno) 30 e lode!

A voi si dice sempre di essere attenti, di avere pazienza, di impegnarvi… Basta! La vostra perseveranza vi ripaga e Saturno nella casa giusta per tutto l’anno vi è complice: addio mesi difficili, l’anno della felicità vi spalanca le porte.

E’ tempo di salire sul jet della fortuna e dare una bella accelerata alla vostra carriera: date quell’esame difficile, non temete quell’interrogazione che proprio non volevate fare, siate propositivi in ogni contesto lavorativo. Dopo tanta gavetta, questo è l’anno del successo, della salita ai vertici!

Se non avete un partner non preoccupatevi, questo è l’anno in cui troverete l’Amore con la A maiuscola: ricordate che i Pesci sono i vostri più grandi compagni, ma anche con i Cancro andrete molto d’accordo. Rifuggite dagli Ariete! Gli amori già nati si consolideranno ancora di più e magari qualche famiglia si allargherà.

Sognate in grande amici dei Gemelli, sognate di essere ricchi e potenti e andate negli Emirati ArabiSesso: è l’anno del fascino, il vostro fascino renderà tutto piccante e scoppiettante… Coi botti direi!

 

Oroscopo 2020 Cancro (22 giugno – 22 luglio) Guardate il mondo con occhi diversi!

Sì, è vero, il pessimismo con cui guardate la vita non vi permette di godere dell’ondata di positività e affetto che vi circonda… Sarà giunto il momento di cambiare la vostra visione del mondo? L’oroscopo sarà più clemente con voi quest’anno, ma non dimenticate che avrete momenti di forte stress. Tutta la fatica però sarà ampiamente ripagata dal successo, certo, magari questo vi impedirà di godervi appieno l’estate, periodo in cui sarà richiesto il vostro maggiore impegno, ma, nonostante il mancato riposo, rinascerete in autunno più forti di prima. L’inverno sarà il vostro momento fortunato, dunque approfittatene e siate meno polemici!

In Amore non si capisce bene che cosa vogliate, cari amici del Cancro, eterni insoddisfatti! Siate meno selettivi, lasciatevi andare, l’aspetto fisico non è tutto nella vita, cercate di scoprire il cuore… evitando le conoscenze del vostro stesso segno! Magari intessete rapporti con gli Scorpione, unici a tenervi testa! Dialogate molto, sarà questa la chiave per il successo nella vita di coppia.

Sarà impossibile allontanavi molto quest’anno, ma non dimenticata ogni tanto di riposarvi, non troppo lontano: una capitale europea è quello che fa per voi! Sesso: scioglietevi, rigide pietre del Cancro e fatevi accarezzare dalle sinuose braccia di Venere, che in accordo con Marte, potrà regalarvi piacevoli emozioni… non in estate!

 

Oroscopo 2020 Leone (23 luglio – 23 agosto) E’ ora di mettere radici!

Siete stanchi e poco stimolati? E va beh, ma voi lo siete sempre, amici del Leone e come sempre non avete voglia di mettere i piedi per terra… Cari miei, quest’anno ha in serbo per voi tantissime novità, per cui sarete costretti a mettere radici in ogni ambito! L’inizio dell’anno sarà un pò faticoso, ma guardate lontano, sempre…

Nel lavoro dovrete fronteggiare una situazione difficile, ma ne uscirete vincitori, soprattutto se saprete chiedere aiuto alle persone giuste. Già, cercate di non affrontare tutto da soli, anche se il vostro impegno sarà essenziale per superare ad esempio quell’esame difficile.

Troppe responsabilità vi sentirete addosso e spesso le porterete anche in ambito sentimentale, ma cercate di rilassarvi, anche perché molto probabilmente dovrete stare vicino al vostro partner che avrà bisogno di voi. Se però siete in cerca dell’amore lo troverete e sarà Amore a 5 stelle, dunque non scoraggiatevi.

Relax, ma non lontano: che ne dite delle coste della nostre belle SiciliaSardegnaSesso: Fatevi coinvolgere e come sempre farete scintille!

 

Oroscopo 2020 Vergine (24 agosto – 22 settembre) Continua a cavalcare l’onda!

Il 2019 è stato un anno molto pieno e fortunato e quindi… Non potete aspettarvi niente di meglio? Non ci pensate nemmeno! Continuerete a godere di quest’aura di positività che Venere vi dona.

Saturno nella vostra casa vi concederà diversi successi professionali e questo vi porterà tanti guadagni… Godetevi dunque il meritato successo e viaggiate, realizzate i vostri sogni. Questo atteggiamento però non sarà tanto utile a chi sta studiando: certo il vostro bagaglio di esperienze si sarà sicuramente riempito, ma la vostra carriera scolastica e/o universitaria sarà avanzata allo stesso modo?

Le incertezze nei rapporti sentimentali del 2019 scompariranno completamente, i rapporti già nati si consolideranno e diverranno delle vere e proprie certezze, aumenterà l’intesa e la complicità, ma soprattutto il desiderio di amarsi incondizionatamente. Se invece siete in cerca della vostra storia per tutta la vita questo potrebbe essere l’anno giusto: l’amore busserà alla vostra porta quando meno ve lo aspettate, non cercatelo, fatevi travolgere… ma restate sempre un pò selettivi! Intesa immediata e travolgente con i Capricorno!

Viaggiate tanto, prediligete mete lontane ed entusiasmanti, azzarderei la Nuova ZelandaSesso: che dire, siete pieni di fascino e travolgenti, un pizzico di fantasia e i vostri rapporti saranno infuocati!

 

Oroscopo 2020 Bilancia (23 settembre – 22 ottobre) Volta pagina!

Il 2019 si fa ancora sentire, le ferite che ha lasciato bruciano più che mai, ma il 2020 sarà l’anno della ripresa: la fortuna comincerà a sorridervi, ma forse vi accorgerete di lei solo in autunno, perché nel frattempo sarete ancora lì a metabolizzare gli insuccessi e le cadute del 2019. Dai, il peggio è passato, ora è tutto in discesa!

Nel lavoro e nello studio non concedetevi distrazioni, ci saranno persone che tenteranno di mettervi i bastoni fra le ruoti, ma se state calmi e fate sempre il vostro dovere nessuno riuscirà a farvi del male. Ricordate solo che amore e lavoro non possono andare d’accordo: quest’anno cercatelo fuori!

Se avete un rapporto consolidato non trattenete le richieste che avete chiuso nel vostro cuore, il vostro partner sarà pronto ad accoglierle, perché vi ama, non abbiate dubbi,  ma metteteci un pò del vostro… Chi è single magari tra febbraio e marzo riceverà delle grandi sorprese, magari proprio dai Pesci… Potrebbe capitare che leccandovi le ferite del 2019 non vi rendiate conto di qualcuno che vi cerca, vi ho avvertiti!

La fortuna vi sorride, l’anno scorso è stato disastroso… Benissimo, avete bisogno di tornare bambini e di sognare in grande: che ne dite dei parchi divertimento della FloridaSesso: ci vuole pepe, ma tutto andrà a gonfie vele!

 

Oroscopo 2020 Scorpione (23 ottobre – 21 novembre) Attento alle montagne russe!

Lo sappiamo tutti che il 2019 è stato per voi un anno assolutamente in salita, però è passato! Saturno nel Capricorno è in una posizione ideale per voi, quindi non vi preoccupate, quest’anno al bando le sofferenze! Capiterà di sentirvi a momenti su e a momenti giù, ora in salita, subito dopo in discesa… Effettivamente tutto ciò che avete passato vi renderà un pò lunatici, ma trovate il tempo di sorridere davvero!

Prestate attenzione ai soldi, verranno, ma non per questo dovrete disperderli. Al lavoro voi siete degli stacanovisti, ma passate spesso inosservati: abbiate il coraggio di farvi notare! Magari qualche promozione potrebbe arrivare. Gli studenti invece, soprattutto quelli che si apprestano a completare i loro percorsi, saranno super avvantaggiati e avranno notevoli successi!

Uscite dal vostro guscio e donatevi al vostro partner, tutto il resto non conta, anche perché chi davvero vi sarà vicino sempre e vi aiuterà sarà proprio il vostro grande amore. E se un partner ancora non lo avete? Diciamo che voi non siete di quelli che corrono dietro all’amore, voi lavorate e basta… Ma attenti, sarà l’amore a giungere da voi quando meno ve lo aspettateSessualmente sarete fantastici, sarete una vera e propria calamita e creerete un’intesa sessuale incandescente. I piccoli litigi possono capitare, ma non rendeteli un dramma!

Quest’anno vi suggerisco il Kenya o il Madagascar… comunque partite per l’Africa!

 

Oroscopo 2020 Sagittario (22 novembre – 21 dicembre) Sorridete e ascoltate i battiti del vostro cuore!

E’ da tempo che desiderate mettere la testa a posto, ma imprevisti e dubbi ve l’avevano impedito… Non temete Giove è ancora nel vostro segno! Adesso sorridete e aprite il vostro cuore desideroso di battere… e forte!

Non si può parlare di anno col botto in ambito lavorativo, ma otterrete le vostre soddisfazioni comunque… Non insistete su qualcosa che fino ad ora non vi ha portato grossi risultati, piuttosto concentratevi su altro: la chiave del successo è nel cambiamento di prospettive! Se siete studenti quest’anno non otterrete i vostri più grandi successi, anche se tutto filerà liscio come l’olio, anche perché vi concentrerete su altro, l’Amore ad esempio.

Se siete in cerca dell’Amore vero questo è l’anno giusto, non è detto che venga da lontano nel tempo e nello spazio, non è detto che sia una novità, ma comunque sarà qualcuno che vi farà battere il cuore e davvero forte! Voi che dovete fare? Togliere i paraocchi, aprire il vostro cuore e puntare tutto sul vostro fascino… Ah! Fatelo battere questo cuore, non lo reprimete! Se avete già una storia in atto cercate di essere attenti alle esigenze del vostro partner se non volete avere brutte sorprese.

Per i viaggi abbandonate le solite mete: un viaggio in Thailandia potrebbe fare per voi! Sesso: di fascino siete già dotati, ma infuocati i vostri rapporti!

 

Oroscopo 2020 Capricorno (22 dicembre – 20 gennaio) Risparmia, ma non diventare taccagno!

Mi piacerebbe scrivere che questo sarà il vostro anno e potrebbe esserlo sul serio visto che Saturno è nel vostro segno e dal transito di questo pianeta pianeta potreste ottenere enormi benefici, ma voi siete pessimisti e dovete rovinarvi sempre tutto, quindi il consiglio è pensate meno e vivete di più! Dal punto di vista dei soldi non sarà proprio un anno florido, per cui dovrete essere un pò più attenti del solito a non sprecare ciò che avete, questo non significa che dovete chiudervi in casa e non vivere belle esperienze!

Dal punto di vista lavorativo e dello studio potreste avere una grande crisi che vi porterà a mettere in discussione tutto quello che avete costruito fino ad ora: vorrete cambiare scuola, università, lavoro, … ma dove andate? Fermatevi un attimo, quello che sentite è solo una vostra impressione, tutto procede come sempre, continuate a dare il meglio di voi e non avrete problemi.

Non è questo l’anno delle storie d’amore e nemmeno delle grandi amicizie: sarà un anno caratterizzato da una sana solitudine, non negativa però… Sarà quest’anno quello che vi preparerà a periodi migliori e sarebbe inutile sprecare tempo ed energie per qualcuno che può solo solleticare il vostro cuore, ma non entrarci effettivamente dentro, come uno Scorpione. Questa solitudine caratterizzerà anche i rapporti già stabili: non fate diventare però i momenti di solitudine noiosi, dedicatevi con vostro partner a degli hobby comuni o magari a del sano sesso, perché siete ancora dei grandi esperti  di Ars Amatoria, non dimenticatevelo!

Per voi un bel viaggio zaino in spalla, magari un viaggio spirituale, per ritrovare voi stessi: uno dei cammini verso Santiago de Compostela sarebbe il top!

 

Oroscopo 2020 Acquario (21 gennaio – 19 febbraio) Non mollare!

Il 2019 è stato un anno in cui a fatica e con le unghie e con i denti avete ottenuto notevoli conquiste, che ora però siete chiamati a mantenere. Quest’anno potrebbe farvi vacillare, ma voi non dovete mollare, pazientare un altro pò non può farvi male, anzi vi aiuterà a non perdere ciò che avete ottenuto. Attenzione in particolare alla seconda metà dell’anno che potrebbe mettere in luce la parte peggiore di voi.

Nel lavoro ci saranno molti cambiamenti e vi verrà chiesto di adattarvi in fretta a queste nuove realtà, ma voi non amate il cambiamento e quindi farete un pò di difficoltà. Fate in modo che la vostra pigrizia non abbia la meglio su di voi, in fondo cambiare fa bene, vi farà crescere e vi farà notare dai vostri superiori. Il cammino degli studenti non sarà semplice, vi si chiede solo tanto impegno… i frutti non li coglierete subito, ma se saprete aspettare vedrete che nulla si fa inutilmente!

Lasciatevi travolgere dall’Amore e così verrete fuori dalle situazioni più tristi per voi. Se siete single non vi innamorerete solo una volta, ma più volte nel corso dell’anno e getterete le basi per solide relazioni future. Se siete già innamorati, state attenti a non perdere il vostro partner: nell’ultimo periodo l’avete un pò trascurato, perciò dedicatevi a lui/lei, preparategli tante sorprese, siate affettuosi, stupitelo e stupitevi con del buon sesso, senza eccedere.

Per voi quest’anno un viaggio contemplativo in India: vi può andar bene?

 

Oroscopo 2020 Pesci (20 febbraio – 20 marzo) Rimetti a posto i tuoi pasticci!

Alla fine del 2019 avete combinato un pò di caos e forse è meglio che l’inizio del 2020 sia dedicato a mettere a posto quelle situazioni che non vi permetterebbero di passare in tranquillità il 2020. Abbiate fiducia in te stesso, solo così sarete capace di affrontare tutto al meglio! Cercate di ricucire tutti i rapporti che avete troncato, non potete affrontare tutto da soli, avrete bisogno delle vere amicizie!

Dal punto di vista lavorativo dovrete avere pazienza… tanta pazienza: potrebbero cambiare i vostri ritmi, ma cercate di adattarvi in fretta e cercate di non palesare le vostre difficoltà, qualcuno potrebbe approfittarne! Mantenete i nervi saldi e non esplodete: un passo falso potrebbe farvi male! Gli studenti dei pesci invece passeranno un anno abbastanza tranquillo e proficuo.

Non è questo l’anno dell’Amore: se siete single cercate di smussare le asperità del vostro carattere per essere a innamorarvi veramente, se proprio avete la possibilità di tessere relazioni fatelo con Pesci e Ariete. Chi ha già un rapporto in corso, deve stare attento: mettete al bando il vostro egoismo e accontentate il vostro partner. Lasciate da parte il vostro lato più istintivo e godete del buon sesso, ma tranquillo!

Lo so che quest’anno avrete poca voglia di viaggiare, ma concedetevi un pò di riposo: non una meta esotica, ma la Grecia e il relax che saprà donarvi saranno ristoratori.

 

Adesso tocca solo a voi.. Ricordate che siete sempre voi i protagonisti del vostro destino. Quindi sbagliate, amate, viaggiate e imparate perché solamente così potrete costruire il vostro miglior 2020.

Nessun commento su Oroscopo 2020: Amore, Lavoro, Fortuna, Viaggi segno per segno

Cosa regalare a Natale? La Wish List di prodotti made in Italy

Cosa Regalare a Natale? Ecco la mia WishList È arrivato uno dei miei periodi preferiti dell’anno! Natale mi rende sempre felice. Se potessimo dividere il mondo in appassionati del Natale…

Cosa Regalare a Natale?

Ecco la mia WishList

È arrivato uno dei miei periodi preferiti dell’anno!

Natale mi rende sempre felice. Se potessimo dividere il mondo in appassionati del Natale e Grinch io rientrerei nella categoria di persone pronte a organizzare karaoke a casa con gli amici con i maglioni di Natale.

Questi giorni passo il tempo a rispondere a messaggi: “Mi aiuti con qualche idea carina e particolare” e mi ritrovo a stilare classifiche di quello che vorrei ricevere io questo Natale.

Ho deciso di ispirarvi con un MUST HAVE scelto all ’ interno di un sito che non potete assolutamente perdere: Shop-o-rama .

 

La scelta di elaborare una lista da questo sito non è casuale. Navigando sul sito sono entrato subito in sintonia con la filosofia aziendale di Shop-o-rama: dare valore alle realtà locali. Sono così ospitati piccoli brand, creativi e artigiani che valorizzano il Made in Italy.  È possibile scegliere la regione d’interesse e scoprire l’offerta di questo Market Place unico. La spedizione sarà curata direttamente dall’ artigiano – produttore.

Ecco a voi la mia scelta personale! Cosa vorrei nella mia casa per questo Natale.

La #WishList di Ezio

  • Ciotola con coperchio in Pitch Pine- Cosa regalare a Natale 

La Ciotola con coperchio in Pitch Pine  con intarsi in Mogano Sapelli e Tiglio è perfetta per le mie cene di Dicembre. Qui vorrei servire le mie vellutate preparate con prodotti dell’orto.

Ho apprezzato la realizzazione con  la tecnica della tornitura manuale di legno massello. Finitura lucida e giochi geometrici per questa ciotola con coperchio realizzata in legno 100% naturale.

 

Ciotola in legno

  • COMPOSTA DI BACCHE DI GOJI DI CALABRIA – Cosa regalare a Natale 

Non sapevo dell’esistenza di una composta di Bacche di Goji e che questa potesse provenire dalla bellissima Calabria. Perfetta per crostate o pomeriggi di tè con gli amici e biscotti.

Composta di Goji

  • Papillon di Stoffa- Rosso – Cosa regalare a Natale 

Tutti abbiamo delle cene e degli eventi durante le feste e sicuramente per essere perfetti bisogna avere un dettaglio unico e riconoscibile. Ho adorato questo Papillon in stoffa rossa che voglio per la mia cena di capodanno.

Papillon Rosso Feste

Spero di avervi consigliato al meglio e di avervi fatto conoscere una realtà unica. Una vera bottega dell’Artigianato Made in Italy all’ interno di un marketplace dinamico.

Il mondo dove scoprire i prodotti Italiani, fatti a mano e di qualità e sicuramente questo è il modo giusto per farlo.

 

Articolo in collaborazione con Shop-O-Rama.

Nessun commento su Cosa regalare a Natale? La Wish List di prodotti made in Italy

Parliamo del finale di Game Of Thrones

Ecco qualche riflessione sul finale di Game of Thrones Parliamo del finale di Game of Thrones. Magari anche no. Perché? Non ne voglio parlare, ne stanno parlando tutti ed è…

Ecco qualche riflessione sul finale di Game of Thrones

Finale game of thrones

  • Parliamo del finale di Game of Thrones.
  • Magari anche no.
  • Perché?
  • Non ne voglio parlare, ne stanno parlando tutti ed è stata una delusione tale che voglio proprio non parlarne più.
  • In realtà tuttal’ultima stagione è stata deludente. Non potevi aspettarti altro. Dai, pensavo peggio.
  • Ma ti sembra che si possa finire una saga del genere così???
  • No, ma accontentare tutti sarebbe stato impossibile, la serie stava già perdendo un po’ di pathos nella 7° stagione, il ritmo che hanno dato alle ultime due stagioni era totalmente diverso dalle prime 6, è normale che ci sentiamo spaesate. È come se avessi letto un libro e prima del finale te lo sostituiscono con uno diverso dove il titolo è lo stesso e i nomi dei personaggi sono gli stessi.
  • Beh, è tu non sei arrabbiata? 
  • Sinceramente, no. Ero arrabbiata prima, ho incominciato ad arrabbiarmi alla 4° puntata. Adesso, sono solo apatica. Non so come reagire.
  • Beata te, io sono furiosa
  • E perché? Ormai è finito, D & D migreranno su altri lidi.
  • Ah, alla Disney. Per il nuovo film di Star Wars
  • Sì, ma anche lì siamo ormai abituate alle delusioni. E comunque andremo alla prima, no?
  • Certo. Tra quando sarà?
  • Probabilmente 2022
  • Forse mi sarà passata la rabbia per questo finale per il 2022
  • Dubito, io sono ancora incazzata nera per il finale di How I Met Your Mother. E sono passati 5 anni.
  • Perché mi tiri fuori HIMYM?? Adesso sono arrabbiata anche per quello.
  • Ma te ne eri dimenticata?
  • No, certe cose non si dimenticano.
  • Riguardiamo l’unica cosa bella del finale di GOT e facciamo finta che non sia mai finito? Un po’ come avevamo fatto con Lost?
  • Perché continui a tirare fuori queste cose?! Non so, già che ci sei, vuoi parlare anche la cancellazione precoce di Firefly? Vuoi ricordarmi che Klaus e Caroline non saranno mai insieme? Vuoi farmi piangere? 
  • Scusami. Lo sai che dico sempre le cose sbagliate al momento sbagliato.
  • Jamie, perché Jamie… Perché?
  • Dai non rincominciamo, ormai è andata così. Non possiamo farci niente. O se vuoi possiamo andare su qualche forum a leggere della fan-fiction.
  • Perché non possono finire le serie come ha fatto Chuck Lorre con The Big Bang Theory?
  • Beh, TBBT è leggermente meno impegnativo di GOT da finire.
  • Cosa c’entra??? Se una serie è scritta bene, non c’entra il genere.
  • Questo è vero. Quindi? Possiamo riguardarci Jon e Ghost che si ritrovano al Nord insieme?
  • Ok, ma non posso fare finta di non aver visto il finale di GOT.
  • Ma Ghost adesso è felice.
  • Dai, ok, riguardiamolo.

Who’s a good boy!? 

Finale Game of thrones

  • Cosa ci guarderemo di Fantasy adesso?
  • Game of Thrones NON È FANTASY!
  • Scusa…

Estratto di un dialogo interiore su Game Of Thrones del mio bipolarismo televisivo

Nessun commento su Parliamo del finale di Game Of Thrones

Nuove bici Triban Rc 500 e RC 520

Nuova Bici TRIBAN Rc 500 e Rc 520 Che tu sia un ciclista esperto o amatoriale, per cominciare il tuo itinerario alla scoperta della Puglia, l’ideale è dotarsi di una…

Nuova Bici TRIBAN Rc 500 e Rc 520

Che tu sia un ciclista esperto o amatoriale, per cominciare il tuo itinerario alla scoperta della Puglia, l’ideale è dotarsi di una bici versatile ma dal costo accessibile. La nuova gamma di bici Decathlon Triban Rc, composta da due modelli (Rc 500 e Rc 520), potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo.

Triban 500

Due modelli diversi per soddisfare tutte le esigenze

La nuova gamma Triban nasce dall’esigenza di creare una bici da strada estremamente confortevole, che permetta di godersi la bellezza del paesaggio intorno in estrema sicurezza.

viaggiare in Puglia in bici

Triban RC 500 pesa 10,6 kg, è composta da un telaio 6061 T6 in alluminio e da una forcella in carbonio con tubo forcella in alluminio. Essa è inoltre dotata di:

  • sella ErgoFit
  • pneumatici da 28 mm Triban Resist Protect +
  • gruppo Shimano Sora R3000 (disponibile anche nella versione con flat bar)
  • nastro manubrio in schiuma
  • freni a disco meccanici (che permettono di controllare la frenata in maniera efficace e progressiva anche in caso di pioggia)
  • ruote Triban Tubeless Ready

TRIBAN RC 500

Triban RC 520 pesa 10,4 kg, è composta da un telaio 6061 T6 in alluminio e da una forcella in carbonio e tubo forcella in alluminio. Essa è inoltre dotata di:

  • sella ErgoFit
  • pneumatici da 28 mm Triban Resist Protect +
  • gruppo trasmissione Shimano 105
  • nastro manubrio in schiuma
  • freni a disco idromeccanici (che permettono di controllare la frenata in maniera efficace e progressiva anche in caso di pioggia)
  • ruote Triban Tubeless Ready Light

Triban Rc 520

Quando si percorrono tratte molto lunghe in bici, è consigliabile indossare un abbigliamento specifico, soprattutto nella stagione più calda. L’ideale sarebbe indossare un primo strato composto da un intimo traspirante (che permetta di assorbire il sudore e si asciughi velocemente) e un secondo strato composto da una maglia a maniche corte o senza maniche, anch’essa di materiale traspirante. Il catalogo Decathlon contiene una serie di proposte specifiche per uomo e donna. Anche per quanto riguarda le calzature, si consigliano scarpe da ciclismo, come le RC 500. La suola SPD rigida in nylon miscelata con lana di vetro permette di camminare senza scivolare, mentre il fissaggio dei lacci fornisce una ripartizione omogenea della pressione dell’allacciatura. Perfette quindi sia per quando si è in sella sia per quando si sceglie di percorrere qualche tratto a piedi.

Altri accessori di cui non potrai sicuramente fare a meno sono i guanti, come i ROADR 500: corti, sottili, leggeri, dal taglio aderente. Il mesh traspirante ed estensibile e la spugna sul palmo assorbono il sudore e li rendono ideali per uscite durante la stagione più calda. Infine, come dimenticare il casco. Il ROADR 900 è aerodinamico, confortevole, molto leggero e ben ventilato per migliorare la regolazione termica del corpo. Il sistema FULL Turn-Ring, inoltre, avvolge la testa con regolazione rapida e precisa.

 

 

 

Nessun commento su Nuove bici Triban Rc 500 e RC 520

Profumi Instagram: i migliori profili dedicati al profumo da annusare

Instagram profumi: Impara l’arte e mettila su Instagram  Nella seconda tappa del nostro viaggio su Instagram, lasciamoci trasportare dagli odori. Prosegue il nostro percorso alla scoperta dei profili culturalmente e…

Instagram profumi: Impara l’arte e mettila su Instagram 

Nella seconda tappa del nostro viaggio su Instagram, lasciamoci trasportare dagli odori.

Prosegue il nostro percorso alla scoperta dei profili culturalmente e artisticamente più interessanti: in questo secondo appuntamento l’attenzione è tutta rivolta ai profumi e agli odori.

Bentornati a questo nostro secondo appuntamento alla scoperta di Instagram e delle sue sorprese. Nel primo articolo vi ho proposto una serie di profili interessanti per gli amanti del colore, in una sinergia che attraversava cinema, arte visiva e pazienza artigianale; per la nostra seconda tappa, invece, l’attenzione sarà tutta rivolta al mondo ineffabile dell’olfatto.

Analogamente a quanto avveniva per l’articolo precedente, anche in questo caso l’elenco non vuole porsi come lista finita ed esaustiva ma come insieme di suggerimenti ed ipotesi di riflessione, pronto a crescere ed arricchirsi con i consigli di chiunque abbia voglia di comunicare il proprio parere.

profumi instagram

Non abbiamo parole per descrivere gli odori, ha scritto qualcuno. E in effetti parlare di profumo è pressoché impossibile: è solo la sensazione di un oggetto e in quanto tale non condivisibile. Nel corso della storia l’olfatto è sempre stato il senso più odiato e bistrattato, ricordo di quella fisicità bestiale che l’essere umano voleva disperatamente dimenticare.

Eppure, esso è il senso più fedele, perché non può essere ingannato; è il senso della memoria, in quanto i ricettori olfattivi sono collegati direttamente al cervello, e attraverso il profumo della persona che amiamo possiamo conoscere un’intimità più profonda di qualsiasi rapporto sessuale.

Se descrivere il profumo può risultare difficile a parole, appare pressoché impossibile con le immagini: come trasmettere l’odore dell’erba tagliata o della rosa attraverso un pennello o una matita? Ecco allora che raccontare il profumo attraverso il social che ha fatto delle immagini il suo punto nodale può risultare un’impresa impossibile.

In realtà, vedremo insieme profili ed utenti molto diversi tra loro, che attraverso riferimenti visivi, mentali, intellettuali, solleticano le nostre narici e la nostra fantasia.

Nessun commento su Profumi Instagram: i migliori profili dedicati al profumo da annusare

Ultimi libri usiciti: i libri da leggere nel 2019

Ultimi libri usciti 2019: tante nuove uscite da leggere fino all’ultima parola. Ora che i grandi pranzi delle feste possono ufficialmente esser considerati (purtroppo) un lontano ricordo e siam stati…

Ultimi libri usciti 2019: tante nuove uscite da leggere fino all’ultima parola.

Ora che i grandi pranzi delle feste possono ufficialmente esser considerati (purtroppo) un lontano ricordo e siam stati travolti, ancora, dalla routine, giunta, come sempre, un po’ troppo sollecita, è arrivato il momento di restituire al comodino il suo amato compagno di “avventure”: il libro (o e-book che sia). Ho voglia di raccontarvi le novità degli ultimi libri usciti quest’anno in questo post che è una mini guida su cosa non bisogna assolutamente perdere.

Libri 2019

 

Ultimi libri usciti nel 2019: piccola guida e cosa bisogna leggere

Tralasciando questo simpatico cliché, il 2019 non si sarebbe potuto aprire meglio sia per i più incalliti bibliofili sia per i lettori “meno tradizionali”, per chi legge in metro, durante la pausa pranzo, alla fermata del bus e magari anche sospeso durante una lezione di antigravity yoga; insomma la gamma delle proposte letterarie è davvero ampia ed estremamente variegata, proviamo a curiosare un po’.

Nessun commento su Ultimi libri usiciti: i libri da leggere nel 2019

Ovidio in mostra a Roma : Amori, miti e altre storie

Ovidio in mostra a Roma: tutto quello che devi sapere prima di vedere questa bellissima mostra Canto le forme dei corpi che presero nuova figura. Le metamorfosi di Ovidio in…

Ovidio in mostra a Roma: tutto quello che devi sapere prima di vedere questa bellissima mostra

Canto le forme dei corpi che presero nuova figura.

Le metamorfosi di Ovidio in mostra a Roma

 

«Oh, non ci tengo molto alla statura» rispose prontamente Alice; «è solo che non mi fa piacere continuare a cambiare così spesso, capisce?»

 

La povera protagonista di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carrol risponde così al Brucaliffo indispettito che le chiede di che statura vorrebbe essere. Il problema, risponde lei, non è relativo alla statura in sé, quanto piuttosto a quei cambiamenti continui che riguardano la sua persona e alle quali lei non è abituata. Dopotutto, i cambiamenti più difficili da accettare sono proprio quelli che riguardano noi stessi.

Trasformazioni, mutamenti, in altre parole: metamorfosi. La parola deriva dal greco metà (invece, altrimenti) e morphè (forma), assumendo il significato letterale di oltre la forma. La metamorfosi indica un cambiamento di stato, il passaggio da una condizione ad un’altra, la trasfigurazione di un soggetto in altro da sé.

 

Le metamorfosi di Ovidio

 

Il tema delle metamorfosi, da sempre oggetto di interesse da parte di artisti ed intellettuali, trova organica raccolta nel testo del poeta latino Publio Ovidio Nasone (Sulmona, 20 marzo 43 a.C. – Tomi, 17 o 18 a.C.). Vissuto sotto il governo dell’imperatore Augusto, Ovidio farà parte di quella cerchia di letterati chiamati da Mecenate per cantare la gloria dell’impero romano e del suo popolo ma aperti scontri con Augusto causeranno il suo esilio in una terra aspra e selvaggia, a lui del tutto estranea.

Nonostante la causa dell’esilio sia ancora oggi piuttosto dibattuta, è durante il periodo lontano da Roma che il poeta concepisce la sua opera principale: Le Metamorfosi, un corposo volume che racconta gli amori degli dei e le trasformazioni a cui essi si sottopongono per sedurre i mortali. Non solo, all’interno del libro vengono narrati anche i casi in cui gli uomini sono trasformati in piante, animali, costellazioni, alberi o fiumi come premio per il loro comportamento integro o, all’opposto, come punizione per troppo orgoglio.

L’eredità e l’importanza di Ovidio nei secoli sono i temi portanti della mostra Ovidio. Amori, miti e altre storie, allestita presso le Scuderie del Quirinale a Roma fino al 20 gennaio.

L’esposizione si propone di trattare le modalità con cui, nel corso del tempo, gli uomini si sono approcciati ai racconti ovidiani raccogliendo oltre 200 opere tra sculture, affreschi, libri medievali e dipinti dell’età moderna. Dopo una prima parte che vuole inquadrare l’autore e il periodo storico – sociale in cui vive, la seconda sezione mostra alcuni tra i miti più celebri dell’autore e la loro fortuna: Narciso, il bellissimo giovane che si innamorò di se stesso vedendo la propria immagine riflessa in una fonte; Arianna, la fanciulla abbandonata da Teseo; Icaro, il fanciullo che osò volare troppo vicino al sole e molti altri

Con un allestimento chiaro e pulito, ricco e articolato, il visitatore viene accompagnato in un percorso che dall’età romana lo conduce fino ai giorni nostri, un viaggio nella storia individuale e collettiva che permette di recuperare soggetti, personaggi e storie facenti parte della nostra identità.

 

Ovidio. Amori, miti e altre storie

dal 17 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019

Scuderie del Quirinale

Via XXIV Maggio 16 – Roma

 

Aperta da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 20.00

Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30

(Ingresso consentito fino ad un’ora prima della chiusura)

Ecco prezzi per Ovidio in mostra a Roma

Intero € 15,00

Ridotto € 13,00

 

Verdi fronde e torpide radici: Apollo e Dafne di Bernini

 

Dopo essere usciti dalle Scuderie del Quirinale, una passeggiata di circa quaranta minuti vi porterà sul Pincio, in cui potrete riposarvi in uno dei parchi più grandi e belli di Roma: quello di Villa Borghese. Al suo interno, nascosta tra alberi, laghetti e viali, potrete trovare anche la villa del cardinale Scipione Borghese con all’interno l’omonima galleria, scrigno prezioso di tesori inestimabili. La villa venne costruita nel 1607 per ospitare i capolavori che il cardinale, nipote dell’allora papa Paolo V, andava comprando e commissionando agli artisti di tutta Europa. Nelle sue sale splendidamente affrescate si possono ammirare opere della statuaria antica ma anche quadri di Tiziano, Correggio, Raffaello, Caravaggio, Annibale Carracci, Botticelli e Veronese, statue di Bernini e Canova.

Nella Sala III, chiamata per l’appunto Sala di Apollo e Dafne, è custodito il gruppo scultoreo di Bernini che da il nome all’intero ambiente. L’episodio è tratto sempre dalle Metamorfosi di Ovidio: il dio Apollo, innamoratosi della ninfa Dafne, la insegue disperatamente nel tentativo di cantarle il suo amore, ma ella fugge spaventata chiedendo aiuto al padre (il dio-fiume Peneo) di trasformarla in qualcosa che possa salvarla dal suo assalitore. Presto detto: i capelli di Dafne si mutano in foglie, i piedi si saldano al suolo diventano radici e le braccia levate al cielo vengono ben presto circondate da una scorza dura e rugosa. Quello che Apollo sta abbracciando non è più una donna, bensì un albero di alloro. Da quel momento, il dio decreta che l’alloro diventerà a lui sacro e che dovrà cingere per sempre il capo di artisti, poeti e letterati, rendendolo sempreverde senza dover mai invecchiare.

La statua di Gian Lorenzo Bernini è una traduzione visiva di quanto narrato da Ovidio: il marmo sembra perdere la candida freddezza della pietra per diventare ora corteccia, ora foglia mossa dal vento. Lo sguardo di terrore della ninfa prelude alla trasformazione già in atto, cui nemmeno il divino Apollo può opporsi. La corsa dei due personaggi sembra staccarsi dal piedistallo su cui sono saldamente fissati per continuare tra le stanze della villa e poi ancora più fuori, tra i viali alberati del parco.

Potenza della carne, trasfigurata dal marmo, che a sua volta evolve in linfa vegetale: è qui una delle capacità più grandi di Bernini, la sua resa dei materiali, la fisicità tattile. Il dono di mutare, come Ovidio, come Apollo, come Dafne, il marmo in qualcosa di nuovo e diverso.

 

Metamorfosi, quindi: oltre la forma. Cambiare noi stessi per diventare qualcosa di nuovo, diverso e, forse, migliore (quanto mai azzeccato se, in questo gennaio 2019, si presta attenzione al detto “anno nuovo, vita nuova”).

Ritornare all’antico per ritrovare, in quei miti e quelle storie, una parte di noi. Per riscoprirci più umani.

 

Galleria Borghese

Piazzale Scipione Borghese, 5 – Roma

 

Aperta dal martedì alla domenica

Dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle ore 17.00)

Il giovedì sera il museo è aperto dalle 19.00 alle 21.00

 

Turni di visita di due ore consentito per una capienza massima di 360 persone per Ovidio in mostra a Roma.

 

Intero € 15,00

Ridotto € 8,50

 

Luca Barbieri

Sognatore dal 1994. Lettore instancabile, viaggiatore appassionato, ricercatore bellezza. Laureato all’accademia di belle arti di Bologna nella speranza di condividere la sua passione per l’arte con chiunque abbia voglia di ascoltarlo. IG Luca Barbieri

1 commento su Ovidio in mostra a Roma : Amori, miti e altre storie

Marie Kondo: il magico potere del riordino

In questi giorni è sulla bocca di tutti: Marie Kondo. Chi sarà mai? E, soprattutto, perché Netflix le ha dedicato la serie Tidying Up with Marie Kondo? La risposta è unica ed…

In questi giorni è sulla bocca di tutti: Marie Kondo. Chi sarà mai? E, soprattutto, perché Netflix le ha dedicato la serie Tidying Up with Marie Kondo?

La risposta è unica ed internazionale: siamo disordinati ed accumuliamo oggetti di cui non abbiamo bisogno.

Abbiamo bisogno che ce lo dica qualcuno che non sia nostra madre? Forse no. O forse sì. Perché nessuno – ripeto, nessuno – riesce ad ordinare come Marie.

Chi è Marie Kondo – Video Marie Kondo ” Il magico potere del riordino”

 

Marie Kondo non è una novità, bensì un nome già noto al pubblico di YouTube da anni: il canale omonimo possiede più di centomila iscritti.

Marie è una ragazza giapponese laureata in sociologia, interessata sin da giovane alle “metodologie sul riordino degli oggetti”.

Sì… esiste una metodologia per il riordino degli oggetti. E, no, quel cassetto della tua cucina pieno di mestoli, palette di legno, apribottiglie ed elastici di qualunque tipo non la rispecchia di certo.

Cos’è il metodo KonMari- Marie Kondo ” Il magico potere del riordino”

Il picco di fama di questa donna più ordinata di un foglio Excel, arrivò nel 2011, quando pubblicò in Giappone il proprio libro dedicato al metodo KonMari , che venne poi tradotto in varie lingue nel mondo. KonMari o senza di lei, se leggi il libro puoi riuscirci anche tu.

Il concetto del metodo KonMari riguarda la suddivisione degli oggetti in categorie – per cui è fondamentale l’uso di contenitori di dimensioni differenti – il piegare gli indumenti in un determinato modo e la valutazione di un aspetto che non viene mai considerato: la gioia. Se un oggetto trasmette gioia al toccarlo, occorre tenerlo. Altrimenti, sarebbe meglio disfarsene.

Ho provato anche io a farlo con delle mie vecchie T-shirt, ma l’unico sentimento che ho provato è stata la colpa per averle centrifugate troppo. Ora le indossa mia nipote che ha due anni.

Torniamo al metodo KonMari. Credi che sia stupido, vero? All’inizio anche io ho pensato che fosse una scemenza, poi ho iniziato a chiedermi “di quanti oggetti siamo circondati, e ai quali non prestiamo la minima attenzione? Ne abbiamo davvero bisogno?”.

Ordina il tuo spazio, trasforma la tua vita.

L’obiettivo di Marie Kondo non è quello di piegare indumenti e buttare cose per farci stressare. Al contrario, l’idea è quella di vivere meglio in manieria ordinata con meno oggetti.

Non so quanto sia collegabile questo aspetto a ciò che sto per dire, ma da quando vivo in Giappone io vivo meglio per davvero. L’ordine meticoloso delle persone e degli oggetti negli spazi pubblici mi trasmettono più pace a livello mentale. Non sarà così per chiunque, ma per me lo è. Tutto finisce nel momento in cui metto piede in casa, purtroppo.

Tidying Up with Marie Kondo, la serie Netflix

La serie è ambientata negli Stati Uniti, dove Marie si reca a casa di varie famiglie che hanno davvero bisogno di una mano per l’ordine.

È una serie carina o no? Dipende. Non voglio fare spoiler, posso dire di aver visto solamente un episodio. Dopo venti minuti ho iniziato a pensare “Ci sono persone che piangono perché non vogliono buttare degli oggetti. Ok, posso spegnere la TV”.

È sufficiente una sola puntata per capire come si usa il metodo KonMari, tutto il resto è un semplice rallegrarsi per essere diversi dai protagonisti di questo scempio del consumismo dei nostri amati tempi moderni.

Curiosità su Marie Kondo e il Giappone

Marie Kondo non è poi così famosa in Giappone. Ho chiesto ad i miei amici giapponesi. Dopo aver cercato su Google – non ricordavano chi fosse – hanno detto di avere in mente un libro che le portò un po’ di fama in passato. Deduco quindi che sia più famosa all’estero che in Giappone. Grazie a Netflix la moda KonMari è tornata in voga negli ultimi mesi, soprattutto negli Stati Uniti, dove il libro fu un successo.

I giapponesi non sono ordinati come lei. Assolutamente no. Avendo visitato diverse case private devo confessarvi che il disordine e la quantità di oggetti che vi ho trovato mi ha lasciato incredula. Girando per le strade di Tokyo, la pulizia e l’ordine risaltano agli occhi, ma negli spazi privati il discorso cambia totalmente.

Marie Kondo incarna perfettamente lo stile femminile giapponese. Se osservate il modo in cui parla, si muove e si veste, sarete davvero in grado di capire  

lo stereotipo di donna giapponese. Delicato e super femminile. A volte sembra uscita da un catalogo di UNIQLO.

Veronica Massi
 
Creata in Italia, emozionalmente modificata in Spagna, in fase di collaudo in Giappone. Nel mio profilo Instagram veronica.tokyo trovi foto di cibo, paesaggi e stranezze nipponiche.
Nessun commento su Marie Kondo: il magico potere del riordino

Digita la tua frase e clicca su INVIO per avviare la ricerca

css.php