Categoria: MrLifestyle

REGALI PERSONALIZZATI : 5 Idee per una festa in casa

Avete mai pensato a cosa regalare quando siete invitati ad una festa in casa? #Tbnet  L’estate ormai è arrivata al capolinea. Salutate le feste in piscina e i party ai…

Avete mai pensato a cosa regalare quando siete invitati ad una festa in casa? #Tbnet 

L’estate ormai è arrivata al capolinea. Salutate le feste in piscina e i party ai chiringuiti in riva al mare e date spazio al freddo e all’inverno. Ovviamente non bisogna mai disperare perché il mantra per non soffrire il passaggio è “ Essere sempre organizzati e COOL”. Troviamo i lati positivi di questo nuovo periodo. La cioccolata calda, le tisane in infusione vicino al camino, ma anche le feste in casa.

Navigando sul nuovissimo sito Troppotogo ho iniziato a sbirciare e creare una mia wishlist di oggetti che voglio avere per questo inverno in casa perdendomi con occhi a cuore nelle mille categorie proposte per romantici, amanti di cinema, giramondo … Ne sono usciti tantissimi regali personalizzati da fare ad amici, ma anche MUST HAVE in casa per organizzare delle serate invernali. Perché queste 5 scelte? Perché sono cose che potete usare in compagnia con il giusto tocco di stravaganza mentre fuori piove e voi siete totalmente nel mood depresso.

Sushi Bazooka:

Regali PersonalizzatiQuanto è buono il sushi? Ecco immaginate il figurone che farete alla prossima festa in casa quando esibirete piatti pieni di buonissimo sushi per tutti. Con pochissimi gesti sarete in grado di prendere per la gola partner e amici con il solo ingegno e l’attrezzo giusto. Cosa vi resta? Imparare a far bene la spesa per capire quale pesce scegliere.

Cappello Musicale.

Regali Personalizzati

Chi mi conosce sa che ho una grandissima passione per i berretti. In inverno mi piace sia usare i cappelli di lana preparati a maglia con i miei colori preferiti che comprare le ultimissime novità. Guardate cosa ho trovato. Cappello musicale che non solo ti lascia al caldo ma ti risolvere il problema delle ingombranti cuffie. Insomma il mio MUST HAVE per l’inverno.

Tuta Unicorno/Superoe

tuta-unicorno- Regali personalizzati

Per creare l’atmosfera giusta ed essere caldi sul divano ditemi che non avete sognato un tutone di felpa a tema. Così se sentite l’esigenza di indossarlo, ma non volete essere gli unici a sembrare strani potete pensare a questi come regali personalizzati per partner o amici. Per questo ho scelto l’unicorno per chi si sente una creatura magica o un supereoe per non farci mancar proprio nulla.

Proiettore di Cartone per Smartphone :

proiettore-di-cartone-per-smartphone-460

Questo è un po’ per i nostalgici come me dei film proiettati sul muro mentre si è in compagnia, magari su una coperta ed un prato. Ecco wake up! Sta iniziando il freddo quindi non è più possibile restare all’aria aperta e per questo motivo quale scelta migliore di un proiettore per Smartphone? Dimenticate i piccoli schermi e sognate in grande trasformando la vostra casa in un set cinematografico.

Cuscino Musicale. Last but not Least. Dopo questa bellissima serata tra buon cibo, proiezioni ed outfit perfetti il clima giusto si è creato. Io ho fatto una scelta di regali personalizzati , voi fate il resto. Se casualmente la serata dovesse concludersi a letto.. Beh allora scelgo io la PLAYLIST con un cuscino musicale. Al resto pensateci voi 😀

Adesso non ci resta che prenotare i nostri regali personalizzati ed entrare nel mood per una festa invernale in casa da paura. Ah, se volete invitatemi!

Nessun commento su REGALI PERSONALIZZATI : 5 Idee per una festa in casa

Ultimo Libro di Harry Potter “La maledizione dell’erede”:generazione Potter

Ultimo Libro di Harry Potter: racconto di una generazione.   Giratempo: 1998.  Questa è la sensazione che ho provato quando ho aperto l’ultimo libro di Harry Potter. Io sono un…

Ultimo Libro di Harry Potter: racconto di una generazione.

 

Giratempo: 1998. 

Questa è la sensazione che ho provato quando ho aperto l’ultimo libro di Harry Potter. Io sono un grandissimo fan della saga. Non uno di quelli che ha iniziato a scoprire le storie del maghetto dopo l’uscita dei film. No, io per caso nel 1998 ho ricevuto in regalo il secondo volume di Harry Potter da una zia : ” Harry Potter e la camera dei segreti” Come tutti i bambini, nonostante la grandissima passione per la lettura, non volevo leggere un libro che mi sembrava così grande per me.

Fortunatamente mia madre mi ha ” costretto” a provare la lettura e allora, pagina dopo pagina, ho provato il piacere di essere trasportato in un mondo fantastico e unico che da quell’anno non mi ha piu’ lasciato. Libro dopo libro, film dopo film, attesa dopo attesa, ieri mi sono ritrovato dopo 19 anni dal primo libro ad avere tra le mani l’ultimo libro di Harry Potter in versione teatrale.
Devo dire che avere 10 anni in piu’ rispetto ai 16 enni in coda nelle librerie venerdì mi ha permesso di scegliere il giorno seguente una libreria meno affollata ed avere, con facilita’, la mia copia dell’ultimo libro di Harry Potter. 

 

Ultimo libro di Harry Potter

Ero indeciso. Non sapevo quando iniziare la lettura perché da quando lavoro non è semplice mettersi fermi con un libro in mano e staccare totalmente la spina. Ieri, complici gli amici che non volevano far niente, mi son detto: questa è la giornata per me e per l’amarcord!

Giratempo. Dietro di 15 anni. Come un bambino che non vedeva l’ora di avere tra le mani l’ultima copia del romanzo della Rowling ho deciso di perdermi totalmente.
L’attitudine era la stessa che avevo quando accendevo di notte la lampada per cercare di gustarmi tutte le pagine voracemente. Ieri ero io sul divano e le storie di un Harry che è diventato piu’ grande di me e con figli adolescenti e problematici. Il maghetto che cresceva anno dopo anno con la nostra generazione ora si ritrova a dover affrontare nuove sfide diverse da quelle del passato: aver a che fare con un figlio, Albus Sevurus, duro e fuori dagli schemi ordinari.

Come sempre i romanzi di Harry Potter riescono a toccare tantissime tematiche attuali miste al mondo magico in modo da rendere la lettura molto avvincente e coinvolgente per un pubblico che ormai è piu’ maturo e forse più esigente. Il conflitto generazionale, il rapporto padre e figlio ed il peso delle aspettative che qualche volta i genitori ripongono nei propri figli sono la perfetta spiegazione che anche nella fantasia i rapporti umani non sono semplici da gestire, neanche per il grande Harry Potter che non ha paura di niente se non del non essere un buon genitore.

Nessun commento su Ultimo Libro di Harry Potter “La maledizione dell’erede”:generazione Potter

Pechino Express Hot: i momenti migliori della seconda puntata

Pechino Express Hot: La Top 5  della seconda puntata.   Pechino Express HOT? Non parliamo di contenuti a luci rosse, ma dei momenti topici della seconda puntata di Pechino Express….

Pechino Express HOT

Pechino Express Hot: La Top 5  della seconda puntata.

 

Pechino Express HOT? Non parliamo di contenuti a luci rosse, ma dei momenti topici della seconda puntata di Pechino Express. Sicuramente un format collaudato che vede i viaggiatori, ogni puntata, sempre più presenti all’interno del gioco. Scenari unici, siparietti fantastici che riescono a tenere incollati milioni di telespettatori tra appassionati di viaggio, tv trash e del game senza telefoto ed opinionisti. Si perché i veri opinionisti siamo tutti noi che online commentiamo le bellezze di questo programma.

Ormai quella del divano a commentare Pechino Express è diventata una costante per me e per tutti quelli che mi seguono e per questo motivo ho deciso di stilare una personalissima classifica : Pechino Express HOT: i migliori momenti.

 

  1. Tina. Non possiamo aggiungere altro. Incontenibile vamp odiata ed amata dal pubblico in questa puntata ha nuovamente stregato il pubblico con la sua “Vivacità”. Ok forse con vivacità uso un eufemismo, ma io questa sua frase voglio scolpirla nella pietra:     “Mi STATE SUL CAZZO TUTTI“. Amen.

 

TINA PECHINO EXPRESS HOT

 

2. La magnifica Lory del Santo, invece, ha dovuto superare una prova: far spaventare i concorrenti e dopo consegnare loro un pigiama orribile. Ecco il momento più bello per me è quello con Cristina Bugatty sorpresa. 😀

Bugatty Pechino Express 3. Questo è sicuramente il vero momento Pechino Express Hot. I socialisti vengono accolti in modo unico da una famiglia del posto e quando arrivano a casa riescono a far colpo su un componente della famiglia che sogna un ménage à trois. Momento esilarante tra le lacrime di tutta la famiglia al momento dell’ADDIO.

 

 

The Show Pechino Express

4. La ricordiamo come concorrente dell’Isola dei Famosi prima, poi come grandissima regista del film di successo ” The Lady”, qui però troviamo Lory del Santo in una veste unica e super adatta per Pechino Express HOT. Pigiamone a forma di Panda in compagnia del suo Toy Boy e Costa.

 

 

Pechino Express HOT

 

5. La vendetta è un piatto da servire freddo. Ecco cari Innamorati grazie ai socialisti la cara Lory è stata vendicata.

Però possiamo dire che Clizia avrà fatto qualche sortilegio? Non c’è stata eliminazione. A noi non resta che aspettare uno scontro tra titani tra le due donne.

Pechino Express The Show- Hot

Nessun commento su Pechino Express Hot: i momenti migliori della seconda puntata

Pechino Express 2016 : prima puntata alla scoperta dei viaggiatori

Pechino Express 2016. Il format per gli amanti del viaggio e della tv diversa.   Pechino Express è sicuramente il programma che più di tanti altri riesce a mettermi adrenalina….

Pechino Express 2016. Il format per gli amanti del viaggio e della tv diversa.

 

Pechino Express è sicuramente il programma che più di tanti altri riesce a mettermi adrenalina.

Da appassionato di viaggi non riesco a non  sognare mentre guardo il format tv meglio riuscito degli ultimi anni. Perché?

Dove trovare il racconto di una destinazione di viaggio così nudo e crudo? Si perché il cast riesce ad integrarsi perfettamente con la popolazione locale riuscendo a strappati una riflessione tra sorrisi e nuove scoperte.

 

Logo Pechino Express

 

Al timone di questo programma c’è lui: Costantino Della Gherardesca. Padrone di casa pungente e sempre attento a far uscire il peggio dei concorrenti in modo educato e mai eccessivo.

Chi sono i concorrenti  di Pechino Express 2016?

Le coppie che partecipano al cast di Pechino Express 2016 sono:

Cristina Bugatty e Diego Passino, Pechino Express #icontribuenti

Benedetta Mazza e Raffaella Modugno, #lenaturali

Francesco Sarcina e Clizia #iconiugi

Tina Cipollari e Simone gli #Spostati

Alessio e Alessandro ( i The Show) i #socialisti

Xu e Carlos gli #emiliani

Silvia ( l’avete vista ad Undressed) e Marco gli #estranei

Lory Del Santo e Marco (chi?) gli #innamorati

 

Nella prima puntata sono emersi i caratteri dominanti dell’edizione di Pechino Express 2016 e sicuramente Tina Cipollari è la regina indiscussa della serata. Anche Lory del Santo è riuscita però a regale dei momenti unici grazie all’esperienza maturata nella creazione del capolavoro The Lady che forse adesso avrà delle ambientazioni sud americane. Cristina Bugatty ( parecchi si sono posti la domanda – Chi è Cristina Bugatty) con poche battute ha mostrato un suo lato ironico e tagliente quasi  ricordando la sua amica e nostra amata Angelina!

Ma adesso passiamo ai momenti TOP  della serata.

 

TINA: una di noi. Ha iniziato la puntata prima ordinando una pizza, poi disorientata dalla vista di una pasticceria fino ad auto-invitarsi in un BAR a bere una birra. Non abbiamo un posto dove dormire, chissene… Almeno abbiamo dove mangiare.  

 

Tina Pechino Express 2016

 

 

La frase Epica di Lory del Santo: La GIF che racchiude perfettamente il passaggio a concorrente della mente di The LADY. Ma io non lascio qui il mio abito da 10.000 dollari 😀

 

14285345_10210386728293940_1761740756_o

 

 

TINA ALLA RICERCA DI UNA SISTEMAZIONE DI VIAGGIO! MAH CHI ME L’HA FATTO FARE. STAVO TANTO BENE NELLA CORTE DI MARIA. Ecco la faccia EMOJI

 

Tina Pechino Express 2016

 

LORY REGINA INDISCUSSA. IN QUESTA PUNTATA RIVELA CHE NON SOLO NON HAI MAI VISTO UNA GALLINA PRIMA DI PECHINO EXPRESS 2016, MA NON HA NEANCHE PRESO UN BUS.

Lory Del Santo Pechino Express

 

I The Show hanno un rapporto particolare con le suore in questa puntata. La frase che deve essere scolpita nella pietra è:

Non credo nell’esistenza di Dio, ma credo all’esistenza delle suore. Voglio dire le ho viste. ”

The Show Pechino Express

Questi sono solo alcuni dei momenti topici di questa puntata. Bisogna doverosamente citare Cristina Bugatty che mangia il fritto con tantissima eleganza, Silvia Farina che intona un Santo Santo è il signore creatore del mondo. Lui è un MITO.

 

La puntata termina con l’eliminazione di Lory Del Santo assieme al suo TOY BOY. Il perfido Cantante delle Vibrazioni pensa di essersi liberato della The Lady, ma in realtà è solamente diventata una COPPIA DORMIENTE. Per maggiori info dobbiamo aspettare il prossimo lunedì.

 

Per vedere gli ultimi video o GIF non perdete l’account twitter di Pechino Express

2 commenti su Pechino Express 2016 : prima puntata alla scoperta dei viaggiatori

Occhiali da sole 2016: ultime tendenze

Occhiali da sole 2016: cosa scelgo per l’estate?  Una chiacchierata con l’#otticodelweb  Con l’arrivo dell’estate si è sempre alla ricerca degli ultimi occhiali da sole 2016 più  di tendenza per…

Occhiali da sole 2016: cosa scelgo per l’estate?  Una chiacchierata con l’#otticodelweb 

Con l’arrivo dell’estate si è sempre alla ricerca degli ultimi occhiali da sole 2016 più  di tendenza per essere sempre  pronti e COOL per le nostre vacanze. Io sono il tipo super indeciso che potrebbe passare mille ore in un ottico per trovare l’occhiale perfetto. Per questo mi è venuto in mente di chiedere consiglio  a Nico Caradonna conosciuto online come #Otticodelweb su tendenze estive, come proteggere i propri occhi e come trovare la montatura perfetta.

Adesso non vi resta che leggere questa bellissima chiacchierata prima di scegliere gli occhiali da sole 2016.

 

L’estate è arrivata, ma non tutti sono ancora  in vacanza. Che occhiali posso indossare per essere cool e unico? Quali sono le tendenze dell’estate 2016?

Sì ci sono dei must per l’estate 2016 tipo occhiali con lenti piatte e il ritorno delle mascherine. Continua il trend delle lenti specchiate che continuano ad esser proposte da molti brand e si predilige tanto la forma tonda e over size. Però, chi mi conosce sa che appartengo al “partito” dell’unicità. Secondo me ognuno deve scegliere il modello più adatto alla propria personalità, al proprio gusto e a quello che desidera comunicare di se stesso. Le mode, a mio avviso, tracciano una tendenza, ma sono belle solo se interpretate con un pizzico di personalizzazione. Quello che faccio come ottico è proprio questo: scegliere delle collezioni che seguano i trend del momento, ma che non facciano dei miei clienti solo personaggi in serie, motivo per il quale propongo spesso dei pezzi unici

Occhiali da sole 2016

Non tutti hanno la fortuna di avere ottici pronti a consigliare con onesta. Come facciamo a capire quali occhiali sono giusti per il nostro volto e quali non dovremmo considerare?

Con molta sincerità posso affermare che i clienti di oggi sono ben informati e bravi nel capire certe cose. Si accorgono sempre se l’ottico li sta convincendo a fare un acquisto o se al contrario li sta consigliando per il meglio. Il segreto sta nel “sentire le proprie emozioni”. Per me quello che conta è la soddisfazione della persona. Ogni cliente deve vederci e vedersi bene con quel determinato modello, per poi arrivare ad una scelta consapevole. E’ così che si fa una scelta giusta. Il mio dovere di ottico è quello di non farli sbagliare, non di convincerli. In questo modo negli anni sono riuscito a costruire una clientela che non è alla ricerca dell’occhiale alla moda, ma di un modello che racconti una storia, che sia costruito secondo certi valori.

Doverosa é la parentesi sulle lenti ed i materiali. Iniziarei dai materiali. Negli ultimi anni sono sempre di più usati materiali ricercati e pregiati. Quali sono i più stravaganti e quali quelli davvero di tendenza adesso?

Negli ultimi mesi si è tanto parlato del marmo che secondo me è qualcosa di veramente straordinario. Immaginare di avere sul viso un occhiale in marmo comodissimo è semplicemente fantastico. Parallelamente c’è la progressiva richiesta di occhiali realizzati con stampa 3D, sempre più confortevoli e personalizzabili. Un discorso a parte è da fare per il corno che è un materiale naturale ricavato senza l’abbattimento di animali e che rappresenta una vera esclusività.

Occhiali da sole 2016

 

 Le lenti sono la parte fondamentale per tutelare i nostri occhi. Potresti illuminarci su cosa dobbiamo chidere al nostro ottico per essere sicuri? E per i piu’ piccoli! Un must have degli occchiali baby!

L’ottico ha l’obbligo di garantire e fornire un certificato di qualità delle lenti. Non dimentichiamo che gli occhi sono uno degli organi più importanti e come tali devono essere trattati.

Questo tipo di servizio di qualità è l’elemento che fa la differenza tra gli ottici, che sempre più tendono a differenziarsi naturalmente perchè ci sono quelli che lavorano sulla quantità e quelli che invece propongono servizi più di qualità.
Per quanto riguarda i bambini posso affermare che è notevole l’attenzione che i genitori mostrano nell’acquistare gli occhiali per i loro figli. Oggi siamo fortunati, perché anche per i più piccoli ci sono delle bellissime montature, quindi è più facile abbinare l’aspetto estetico a quello tecnico.Un must per i più piccoli? Lenti specchiate e colorate!

Ottica e web. Tu da esperto nel settore come reputi questo connubio? Che consiglio daresti a chi non ha previsto una presenza online?

Ad oggi per me sono un connubio indissolubile, perchè in rete mi conoscono ormai come l’#Otticodelweb. Negli ultimi anni ho lavorato molto sul personal branding ed ho cercato semplicemente di trasmettere, tramite il digitale, la mia passione per il mondo del web e per l’eyewear. Vivendo gli spazi della rete ho imparato a comunicare attraverso i social network e sono cresciuto grazie agli spunti che tutti i giorni questi canali mi offrono. Il nostro è un lavoro che costruisce immagine, quindi è necessario imparare a comunicare con un linguaggio moderno, utilizzando i diversi mezzi digitali per raggiungere più efficacemente il pubblico. Un consiglio per chi non ha ancora investito sulla propria presenza online? Darsi da fare! Questa fase di cambiamento non durerà ancora molto quindi a breve si considererà normale esser presenti in maniera sinergica nell’ambito online ed offline. A quel punto chi ci sarà si salverà, tutti gli altri saluteranno il mondo dell’ottica per dedicarsi ad altro.

Grazie mille a Nico Caradonna per aver prestato la sua professionalità per questa chiacchierata estiva.

Ezio Totorizzo e Nico Caradonna

Segui aggiornamenti su Instagram @EzioMrLifestyle e Snapchat @EzioMrLifestyle.

Trovi anche su Instagram @NicoCaradonna .

Nessun commento su Occhiali da sole 2016: ultime tendenze

Tolosa, ricordi al sapore di crepe alla nutella e nocciole

Conoscete quei momenti inaspettati quando sei un po’ pensieroso e tamburelli con una matita sulla scrivania? Io oggi ero così fino a quando non mi è capitata tra le mani…

Conoscete quei momenti inaspettati quando sei un po’ pensieroso e tamburelli con una matita sulla scrivania?

Io oggi ero così fino a quando non mi è capitata tra le mani una foto di 10 anni fa del mio viaggio a Tolosa.

Devo ammetterlo: io per la Francia ho proprio un debole.  Sarà perché il destino ha voluto che studiassi il francese per 12 anni dalle scuole elementari, sarà per il savoir faire di questo popolo che con il minimalismo riesce a stupirti, sarà perché il primo viaggio serio, senza genitori e con gli amici, è stato in Francia e per la precisione ad Albi e Tolosa.

Questa foto mi ha strappato un sorriso innocente che mi ha fatto tornare indietro nel tempo.

Tolosa, Maggio 2006

Ho lasciato da pochissimo tempo Albi, la ridente cittadina del sud della Francia, dove ho vissuto per qualche settimana ospite di una simpaticissima famiglia. Ah dimenticavo Adrien, il cagnolino a macchie nere che per tutto il tempo ha dormito vicino al mio letto e mi ha fatto compagnia in questa esperienza che ricordo ancora oggi.

Ho deciso di prendere del tempo per scoprire Tolosa e per avere la possibilità di fare tutte quelle cose che avevo in mente: ammirare un carosello con i cavalli a dondolo in piazza, passeggiare nei parchi in fiore e ammirare paesaggi dai ponti che si trovano in città. E poi dovevo mantenere una promessa golosa, mangiare una crepe.

Alla ricerca della dolcezza

Ingrediente Nutella – Crepes alla Nutella con Nocciole

Mi ero sempre ripromesso di fermarmi in uno di quei tipici localini francesi con la musica soffusa, con la gente che passa e che decide di fermarsi per un dolce, perché sente la necessità di mangiare qualcosa che possa addolcire il sapore un po’ amaro della giornata.  Per questo motivo quando ho girato l’angolo di Place du Capitole e ho trovato il posticino che faceva per me, non ho esitato e mi sono accomodato con un sorriso stampato in volto.  Quando la cameriera mi ha portato la carte per scegliere cosa mangiare, io sapevo già cosa volevo. Bramavo da un sacco di tempo una crepe in un posto così bello e senza pensarci troppo ho ordinato.

Non riesco a descrivere l’emozione provata con l’arrivo del piatto, ma ahimè la delusione era dietro l’angolo. Mi sono accorto di non aver ordinato delle Crepes con nutella e nocciole come desideravo, ma una alla confettura. Oggi rido ancora se penso a quel ragazzino solo in Francia con una voglia matta di crepe che però da quell’esperienza ha imparato che non bisogna mai ordinare di fretta e che ora, quando ho voglia di rivedere gli amici del liceo e passare una bella giornata assieme, devo mettermi ai fornelli, invitare tutti a casa mia e preparare delle buonissime crepe alla nutella in ricordo di quel locale di Tolosa che mi ha lasciato l’amaro in bocca, ma che mi ha fatto diventare un campione di crepe ai fornelli e l’idolo dei miei amici.

Nessun commento su Tolosa, ricordi al sapore di crepe alla nutella e nocciole

Vulcano Spa, profumi di Sicilia e tanto relax

Se sei alla ricerca di un posto in Italia dove poterti rilassare e vivere appieno la pace del relax al natura allora ti consiglio di pensare a questa combinazione fantastica:…

Se sei alla ricerca di un posto in Italia dove poterti rilassare e vivere appieno la pace del relax al natura allora ti consiglio di pensare a questa combinazione fantastica: Vulcano Spa .

In realtà appena arrivati nel porto, condotti dall’aliscafo che arriva da Milazzo, potrete sentire nell’aria un forte odore di zolfo che vi accompagnerà per tutto il soggiorno sull’isola. Cosa fare assolutamente? Immergersi nella pozza di fango per 10 minuti ( situate a 50 metri dal porto) per poi tuffarsi nelle acque del mare per trovare benessere e giovamento. Di grande attrazione anche le fumarole per le inalazioni,  dislocate nella stessa piscina naturale di fango.

Questo è sicuramente uno dei must see dell’isola  ma se volete vivere l’esperienza di una VULCANO LUXURY allora non vi resta che leggere questo post e prenotare un volo.

Tutti conoscete la mia passione per le SPA. Quando ho del tempo libero, anche in viaggio, trovo sempre il modo per prenotare un percorso benessere e sull’isola ho avuto la possibilità di coronare un piccolo sogno con Vulcano SPA rilassandomi con i sapori di Sicilia.

Therasia Spa

Voi non vorreste essere adesso sdraiati su un lettino, mentre aspettate un massaggio relax in una delle isole più belle del Mediterraneo? Ecco se non avete ancora comprato un biglietto potete aprire la vostra finestra di casa, preparare un scrub made in Sicily e chiudere gli occhi e sognare. Questo un modo per accorciare le distanze, per lasciarsi accarezzare dal profumo della menta e del rosmarino misto all’aspro del limone.

 

scrub sicilia

Foto tratta dal racconto su Snapchat: @EzioMrLifestyle per Vulcano Spa

 

Ora però voglio farvi sognare con due dei massaggi che ho provato nella SPA del Therasia Resort a Vulcano. Quelli che consiglio vivamente e che racchiudono un po’ la filosofia di questa struttura.

MARE NOSTRUM con  prodotti tipici della Sicilia:  Olio d’oliva, sale, succo di limone,  rosmarino e menta! Il sale elimina cellule morte del corpo, olio d’oliva idrata ed il  rosmarino e  la menta utilizzati come vaso dilatatori per penetrare meglio la pelle. A questo di aggiunge il succo di limone, cicatrizzante naturale. Questo è  seguito da massaggio rilassante+ qualsiasi tipo di massaggio da concordare.
Vulcano: scrub al fico d’India, maschera d’argilla verde ventilata e massaggio all’aloe! Maschera in posa con  argilla che risulta  meno aggressiva, scrub con crema Therasia al fico d’india! Pricipi attivi: cappero, uva e fico d’india. Si frutta l’effetto liftante sia dell’ uva che del cappero. Idratazione data dal  cappero perché contiene collagene, mentre il Fico d’india ottimo per lo scrub.

Vulcano Spa

 

Questi  alcuni dei trattamenti previsti nella struttura. Chiacchierando con la SPA Manager sono rimasto affascinato dall’attenzione riservata alla tradizione siciliana nella scelta di prodotti e abbinamenti per il centro benessere che cerca di bilanciare una attenzione verso la filosofia orientale ed occidentale riscontrabile in tutti le proposte per i clienti del Therasia Resort

 

Adesso mi sta venendo tantissimo nostalgia e voglia di tornare indietro in quel paradiso che è la Sicilia ed in particolare per abbinamento  Vulcano Spa. TBNET

Nessun commento su Vulcano Spa, profumi di Sicilia e tanto relax

Game of Thrones, ansie e quesiti prima della sesta stagione

Sesta stagione Game of Thrones, aspettando   Questo post nasce come bisogno personale. Dopo dieci mesi, dopo aver aspettato questo momento più della mia laurea specialistica (potete leggere qui ),…

Sesta stagione Game of Thrones, aspettando

 

Questo post nasce come bisogno personale.

Dopo dieci mesi, dopo aver aspettato questo momento più della mia laurea specialistica (potete leggere qui ), non sono più nella pelle perché tra meno di 24h andrà in onda la sesta stagione Game of Thrones.

Non mi è mai successo di essere così accanito con un telefilm, ma immagino che come me tantissime altri fan saranno in panico da: mi ricordo tutto quello che è successo? Cosa accadrà? Devo rivedere la puntata? Devo installare nuovamente l’applicazione SHAME ed autoflagellarmi se non lo faccio?

Sesta stagione Game of Thrones: io so solo che vorrei organizzare un gruppo d’ascolto alle 3 di questa notte per  perché la sesta stagione  game of Thrones apre tanti interrogativi, come questa immagine di lancio?

 

6 stagione game of Thrones

 

Questa è diventata una religione fatta di attese, di dichiarazione di morte allo spoiler, del capire chi morirà in questa sesta  stagione di game of Thrones  e ancor più avere LA RISPOSTA: Jon Snow è vivo?

Si certo che è vivo perché sappiamo che ha girato puntate di questa nuova serie, ma quando risorgerà? E come? Ci lasceranno fino all’ultima puntata della stagione con il dubbio cercando di capire dai suoi occhi la natura della sua nuova vita?

E poi, invece, tutti gli altri quesiti? Cosa succederà nella  sesta stagione Game of Thrones  

In tutto questo quella mega tribù che ha circondato LEI, l’unica persona che possiamo chiamare REGINA, anzi no, Khaleesi farà un passo in più verso l’Occidente o in realtà questa è una retromarcia per far guadagnare puntate alla stagione?

E Cersei Lannister dopo aver camminato nuda a suon di SHAMEE in che modo si vendicherà? Lei che per uno sguardo sbagliato ha crocifisso a testa in giù decine di serve e ancelle cosa avrà in mente. Sono sicuro che il nostro concetto di vendetta dopo questa serie avrà un nuovo volto.

Arya la povera figlia del Nord costretta alla cecità e alle percosse a suon di “Who Are u?” Che sembianze avrà? Chi te l’ha fatto fare, piccola.

Sansa in fuga con il “Buon” Theon dove pensi di andare? In te sono riposte tutte le sfighe della storia, fermati, tanto sarà tutto inutile.. Ramsay ti lascerà fuggire con il suo giocattolo?

Io confido sempre in Tyrion, l’unico in grado di risolvere tutti questi maledetti enigmi e forse in Melisandre che con il dono del letto infuocato riuscirà a far svegliare dal basso ventre qualche DIO della LUCE. Ah se l’avete perso guardate questo video bellissimo video: Melisandre at a Baby Shower . Io MORTO!

A Stannis Baratheon IO auguro tutto il male tipo una vendetta partorita da Cersei durante lo scazzo da ciclo mestruale o la rabbia di Tyrion che uccide il padre sul WC medievale. Ecco di qui penso solo in crescendo.

 

Insomma i dubbi e i quesiti sono tanti, ma io ho solamente una certezza: WINTER IS COMING insieme alla sesta stagione Game of Thrones. 

 

 

 

Nessun commento su Game of Thrones, ansie e quesiti prima della sesta stagione

Ringraziamenti: solo dicendo grazie vedi le cose belle

Ringraziamenti. Quando la fine ha il sapore di un nuovo inizio. “Ringraziamenti” L’assenza dai social. La fine che ha il sapore di un nuovo inizio. Le ansie miste a nostalgia….

Ringraziamenti. Quando la fine ha il sapore di un nuovo inizio.

“Ringraziamenti”

L’assenza dai social. La fine che ha il sapore di un nuovo inizio. Le ansie miste a nostalgia.

Oggi mi ritrovo qui con la voglia di condividere con voi un pezzo importante di questa settimana trascorsa e per fare dei ringraziamenti.  Una laurea che segna la fine di un percorso e di tanti sacrifici e cambiamenti che mi hanno portato ad essere così come sono: eccentricamente sognatore.

Questi sono i ringraziamenti della mia tesi. Tutti per voi che ormai mi seguite da più di 4 anni.

Ringraziamenti

“I momenti speciali arrivano e ti travolgono. Non hanno bisogna di chiederti cortesemente di poter passare e non si organizzano mesi prima per farti questa sorpresa.

Tu non puoi essere pronto e questo rende tutto speciale.

Le ansie. Le notti insonni. La voglia di rimandare. I pensieri negativi.

Questi diventano solo piccoli ricordi che ti fanno sorridere e pensare:

Come sono arrivato qui ?”

Questi ultimi due anni sono stati gli anni della determinazione. Non potrei scegliere parola migliore per descrivere tutto quello che è successo, così velocemente, in così poco tempo. La voglia di cambiamento e la necessità di nuove sfide: alzare l’asticella della competizione con me stesso è diventato uno stile di vita. In realtà non mi aspettavo niente. Mi conoscevo e sapevo che non mi sarei arreso, anche se le difficoltà sono state tante. Due anni di gioia, nuove amicizie, indipendenza, ma anche tanti sacrifici e chilometri macinati per l’Italia. La valigia è stata la vera compagna di viaggio. Sempre pronta sotto il letto per partire, per accompagnarmi in quelle pause che servivano per ricaricarmi e darmi tanta energia.

Non è facile dire grazie, ma è doveroso farlo perché solo facendo dei ringraziamenti potrai vedere le cose belle. 

Alla famiglia che ha sempre sostenuto i miei sogni. Mi avete aiutato a guardare la meta finale senza mai sottolineare le difficoltà del percorso.

All’amicizia che nutre la mia anima.

A chi è stato accanto con il pensiero, con un gesto, con una telefonata, con una chat, con il semplice essere lì per me.

Ai nuovi amici che mi hanno fatto sentire a casa e che hanno colorato le mie giornate.

Al web diventato valvola di sfogo e luogo dove trarre ispirazione. Mi sono sentito veramente libero, veramente me stesso.

Agli amici super disponibili che hanno reso possibile questa ricerca di tesi.

 

E adesso? Un nuovo inizio, tutto da scoprire, da modellare, da colorare. Voglio solo augurami di essere sempre un positivo sognatore con un sorriso stampato. Per sempre.”  Ringraziamenti 

 

Ezio Ringraziamenti

Nessun commento su Ringraziamenti: solo dicendo grazie vedi le cose belle

Cos’è il Geocaching e come funziona la caccia al tesoro più grande del Mondo

Iniziare il Geocaching: una caccia al tesoro mondiale per gli amanti dei giochi all’aria aperta Ti piacciono i grandi giochi all’aperto? Quelli che coinvolgono un sacco di gente? Sei un…

Iniziare il Geocaching: una caccia al tesoro mondiale per gli amanti dei giochi all’aria aperta

Ti piacciono i grandi giochi all’aperto? Quelli che coinvolgono un sacco di gente? Sei un appassionato di cacce al tesoro? Il geocaching è quello che fa per te: una caccia al tesoro mondiale in cui i “geocacher” (coloro che partecipano al gioco), usano il GPS dei loro smartphone per nascondere o trovare le cache, contenitori delle più disparate forme e dimensioni che si nascondono ovunque e contengono un foglietto (“logbook“) in cui i geocacher firmano una volta che le hanno ritrovate, oltre che registrare l’avvenimento sull’apposita app o sul sito internet.

Caccia al tesoro Mondiale: Geocaching

4 commenti su Cos’è il Geocaching e come funziona la caccia al tesoro più grande del Mondo

Idee per Natale: piccole decorazioni per il vostro albero

Tra mille idee per Natale ecco un simpatico addobbo per l’albero di Natale molto semplice da realizzare anche con i bambini Natale è alle porte… Le strade sono piene di…

Tra mille idee per Natale ecco un simpatico addobbo per l’albero di Natale molto semplice da realizzare anche con i bambini

Natale è alle porte… Le strade sono piene di luci e di gente alla ricerca di regali, nelle case ci sono tante decorazioni, si avverte tanta gioia e serenità nell’aria… Pur di non gettarsi nel caos delle strade di città a volte preferiamo rimanere nel calore della nostra casa con la nostra famiglia… E allora perché non sfruttare questo tempo per realizzare simpatiche idee per Natale coinvolgendo tutta la famiglia, bambini compresi? Tra le mille idee per Natale vi propongo un semplice lavoretto: un addobbo per l’albero di Natale bello ed economico. (Questo lavoretto è assolutamente adatto anche ai bambini, quindi fatevi aiutare anche da loro)

Idee per Natale fai da te

2 commenti su Idee per Natale: piccole decorazioni per il vostro albero

Digita la tua frase e clicca su INVIO per avviare la ricerca

css.php