Salisburgo: cosa fare e vedere nella città di Mozart

pubblicato in: Travels | 2

Nel capoluogo del Salisburghese: Salisburgo, percorrendo la Via Culinaria attirati dalle note del Flauto Magico di Mozart.

Salisburgo è una città dove si respira musica in ogni angolo: visitando la città del sale (sono in effetti le miniere di salgemma che hanno reso in passato forte e potente questa città ed è proprio il sale a darne il nome) si è rapiti dalle note delle fisarmoniche e dei violini degli artisti di strada che si esibiscono sulle rive e sui ponti del fiume Salzach, dai negozi di strumenti musicali nel centro storico barocco, patrimonio dell’UNESCO, dai luoghi legati al grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart e quelli invece set del fil musicale “Tutti insieme appassionatamente”. Non a caso Salisburgo è sede di un importante conservatorio e il suo grande teatro possiede il terzo più grande palco d’Europa.

Salisburgo, Via Culinaria Mozart Salisburghese

Locali e negozi tipici decorano con le loro insegne la Getreidegasse, la strada principale del centro storico, caratterizzato da curiosissimi passaggi “segreti”, che permettono di andare di qui e di là per tutto il centro. Su questa strada si affaccia la casa natale di Mozart, divenuto ora museo. La vita della città ruota intorno a Mozart, a cui è dedicato il Festival di Salisburgo, tra la fine di luglio e agosto, che attira estimatori della musica, ma anche artisti di fama internazionale. Chi non ama la musica classica, può conoscere Mozart al caffè Fürst attraverso le famosissime “palle di Mozart” o  Mozart-Bonbon, meglio note col nome di Mozartkugel. Il mastro pasticciere Paul Fürst, fondò infatti questo famoso caffè e nel 1890 presentò al pubblico per la prima volta il famoso dolcetto perfettamente sferico, tripudio di cioccolato e marzapane, per il quale, ad una mostra parigina del 1905, vinse anche una medaglia d’oro. L’originale dolcetto si trova qui avvolto nel caratteristico incarto argento e blu, le altre sono solo imitazioni!

Salisburgo. Salisburghese, Mozart, Via Culinaria

E se ancora non siete soddisfatti potete unire la passione per la musica di Mozart e l’amore per il buon cibo raffinato andando a cena al ristorante più antico dell’Europa centrale, il San Pietro (Stiftskeller St. Peter): tra una portata e l’altra, in una grande ed elegante sala – teatro, si possono ascoltare selezioni delle opere del grande Mozart.

Salisburgo Salisburghese Via Culinaria

Suggerimenti per un locale fantastico dove prendere un aperitivo pre – cena? Sicuramente non potete perdere il “Carpe Diem”: classe, stile, eleganza e raffinatezza si mescolano nei cibi, nei drink e negli ambienti di proprietà di Dietrich Mateschitz, ideatore di una delle bevande più famose al mondo, la Red Bull.

Salisburgo Salisburghese Via Culinaria

Passando per i giardini Mirabell, lo stupendo parco dove si affaccia l’imponente palazzo omonimo, ma anche per lo stesso cimitero di St. Peter (non immaginate il classico cimitero, questo è infatti un vero e proprio luogo turistico da non perdere, per la particolarità e la vivacità delle sepolture) si possono riconoscere i luoghi del film “The sound of music”, “Tutti insieme appassionatamente”, con Julie Andrews e Christopher Plummer, vincitore di ben 5 premi oscar. Per altro, quest’anno ricorre il 50° anniversario del film, per cui tutte le sere andrà in scena il popolare show “Sound of Salzburg”, nella famosissima birreria sede di questo spettacolo, Sternbräu, davanti ad una cena a lume di candela. Un gran Gala sarà organizzato per il 17 ottobre 2015.

Salisburgo Salisburghese Via Culianria

Dai giardini di Mirabel ben si può osservare il castello di Hellbrunn, residenza di campagna dei principi-vescovi edificata nei primi del Seicento e nota per i magnifici giochi d’acqua disseminati nel parco.

Salisburgo Salisburghese Via Culinaria

Da Salisburgo si snoda la Via Culinaria, che dal 2009 unisce intenditori del buona tavola in oltre 200 indirizzi selezionati della tradizione gastronomica locale. L’iniziativa comprende tutta la regione del Salisburghese, partendo dalla capoluogo e giungendo fino ai piedi dell’Hochkönig, proponendo non solo locali dove mangiare o bere, ma anche esperienze uniche come lezioni di cucina (Non potete perdere la preparazione dello Strudel di mele), preparazione di cosmetici naturali e colazioni in malghe con viste da sogno. Volete scoprire ulteriori dettagli? Aspettate il mio prossimo post! E se volete altre info cliccate QUI.

2 Responses

  1. dueingiro.blogspot.it

    Noi ci siamo stati un paio d’anni fa a Salisburgo e ci era piaciuta un sacco! Eravamo stati anche a circa 20 km dalla città a vedere una grotta di sale (famosa in quelle zone).
    Purtroppo però abbiamo trovato chiuso il Sternbräu….

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam