Ricetta Chiacchiere: la ricetta del dolce di Carnevale

postato in: Food | 1

Bugie, Frappe, Rosoni, Frappole… Nomi diversi in tutta Italia per i dolci della tradizione di Carnevale: ecco la ricetta Chiacchiere pugliesi

Chi di voi da piccolo non ha aspettato il carnevale per fare la lotta dello zucchero a velo con le chiacchiere pugliesi?

Sì, questi sono i dolci più famosi del carnevale, che ritrovi sempre a casa della nonna a Febbraio e che da Nord a Sud riempiono le tavole, anche se con nomi diversi.

ricetta chiacchiere
Chiacchiere Pugliesi

In tutta Italia c’è un vero e proprio scioglilingua di nomi date alle chiacchiere, che mi diverto già a scrivere: frappole, sfrappole, frappe, sfrappe, crostoli, bugie (che un po’ si avvicina all’idea di chiacchiera), rosoni, risole

(Se per caso ne ho lasciato fuori qualcuno, lascia un commento e fammi sapere dalle tue parti come si chiamano.) 😀

Si perché forse pensare alle chiacchiere ti fa venire  in mente le tante parole inutili che oggi si dicono, invece NO, oggi voglio darvi qualcosa di prezioso:  la ricetta delle chiacchiere.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina;
  • 60 gr di zucchero;
  • 60 gr di burro morbido;
  • 175 gr di uova intere;
  • 4 gr di sale;
  • scorza di 1 limone;
  • 50 gr di Marsala;
  • olio di semi di arachide per la frittura.

Ricetta chiacchiere Ezio Totorizzo ImpastoProcedimento:

  1. Su un tagliere mescolare la farina, lo zucchero e il burro appena ammorbidito;
  2. A parte sbattere le uova con un pizzico di sale e solo dopo unirle al composto;
  3. Unire il sale rimasto, il Marsala e la scorza del limone e amalgamare il tutto fino a formare una palla di impasto liscia e soda, poi lasciarla riposare a temperatura ambiente coperta da pellicola;
  4. Ricetta chiacchiere palla impasto ezio TotorizzoStendere su un tagliere l’impasto molto sottile e tagliare in maniera in aniera imprecisa delle strisce romboidali con dei taglienti al centro (serviranno durante la frittura);
  5. Friggere le striscette pochi pezzi per volta e toglierli quando sono belle dorate (l’olio per friggere deve essere ad una temperatura di circa 180°);
  6. Adagiare le chiacchiere pronte su un piatto coperto di carta assorbente;
  7. A piacere spolverare con zucchero a velo vanigliato.

Ricetta chiacchiere Ezio Totorizzo complete

Grazie a @amarcario per le foto! 😉

*Spezio*

Una risposta

  1. Che buone che sono!
    Noi le chiamiamo frappe! 😛

Lascia un commento

Protected by WP Anti Spam