Islanda: consigli di viaggio

pubblicato in: Travels | 3

Tutti i consigli di viaggio per visitare l’Islanda: la terra del ghiaccio e del fuoco

L’Islanda richiama sempre più viaggiatori curiosi in cerca di scenari mozzafiato, paesaggi incontaminati e spettacoli naturali eccezionali. Organizzare una vacanza nell’isola, la 18esima in ordine di grandezza nel Mondo, con un numero di abitanti complessivo pari a quello della sola città di Bari, è semplice soprattutto per chi parte con zaino in spalla e una tenda per campeggiare, molte infatti sono le aree di campeggio attrezzate situate proprio a due passi dalle meraviglie naturali dell’isola. Tuttavia anche per chi vuole programmare tutto nel minimo dettaglio da molto tempo prima con qualche piccolo consiglio di viaggio tutto può diventare molto molto semplice. Eccovi quindi una guida dell’Islanda per organizzare le vostre vacanze.

Dopo il post ITINERARIO DI VIAGGIO IN ISLANDA ecco a voi una guida su cosa sapere prima di prenotare una vacanza in ISLANDA.

Islanda consigli di viaggio

QUANDO PARTIRE? Periodo consigliato per una vacanza in Islanda è sicuramente luglio – agosto, in realtà questo è il periodo in cui l’isola viene presa di mira dai turisti, quello in cui per trovare posto in una guesthouse o in un albergo bisogna un po’ penare, ma per chi non sopporta le temperature estreme è l’ideale. In questo periodo si riesce ad arrivare ai 20°C, tuttavia la sera si scende sotto i 10°C e non di rado, soprattutto nelle zone interne, si passa sotto zero. Per chi non ha paura delle temperature più rigide, anche la primavera può essere un buon periodo o il primo autunno, altrimenti si rischia di trovare tutto imbiancato, il che è uno spettacolo fantastico, ma bisogna essere davvero bene attrezzati! L’estate è anche il periodo migliore per via delle tante ore di luce, quindi si può partire presto e fino a tarda sera continuare a visitare con una visibilità altissima, l’inverno è più buio, ma regala cieli stellati fantastici.

Pioggia o non pioggia? Non esiste un periodo meno piovoso di un altro. Le coste meridionali e orientali dell’isola sono le più soggette alle precipitazioni, però non si può dire con precisione quando e se pioverà. Un ottimo consiglio è quello di scaricare sui vostri cellulari l’app VEDUR, da dove poter consultare le previsioni meteo istante per istante. Si perché un vecchio detto contadino islandese dice: “Non ti piace il tempo che fa? Aspetta pochi secondi e cambierà“, questo per capire come può essere variabile il tempo da quelle parti. In realtà la pioggia poi non è così un male, anche perché alla fine saremo sempre salutati da stupendi arcobaleni. Attenti però ai banchi di nebbia che possono rendere la strada non piacevole!

Siete alla ricerca dell’AURORA BOREALE? Da agosto, a patto che ci sia il buio più completo, fino ad aprile è possibile andare a caccia di questo strabiliante fenomeno per altro non semplice da cogliere. E’ una vera e propria caccia, anche se in aiuto ci vengono il sito sito ufficiale delle previsioni meteorologiche islandesi e l’applicazione AURORAFORECAST.

Aurora boreale islanda consigli di viaggio

VOLI. Quali compagnie preferire, come cercare i voli low cost per l’Islanda

Per raggiungere l’Islanda occorre cercare un volo per l’aeroporto di Keflavik Reykjavik (Reykjavik è la capitale dell’Islanda). Chiaramente se avete intenzione di partire per l’isola, come per qualsiasi altra destinazione, un volo prenotato con molto anticipo sarà sicuramente più conveniente, anche se devo ammettere che con molta fortuna sono riuscito a trovare dei voli economici di andata e ritorno a maggio per poi partire ad agosto, quindi con solo tre mesi di anticipo. Per i prezzi orientatevi tra i 300 e i 400 euro andata e ritorno chiaramente. Questa è una stima media, tuttavia c’è chi prenotando prima è riuscito con 200 euro circa ad essere lì. Più tardi prenotate più i costi diventano proibitivi.

Voli diretti ci sono da Milano con WOW Air e Icelandair e da Roma con Vueling. Primera Air è la vera novità che opera voli diretti da Verona e Roma.

Air Berlin, Lufthansa, Icelandair e Wow Air consentono altresì di raggiungere la capitale islandese da Londra e Berlino, a prezzi più economici, quindi se troviamo un buon volo dall’Italia per queste destinazioni, anche se ci tocca fare un cambio, risparmieremo un po’.

Vedrete a volte voli di notte all’1, alle 2,… non preoccupatevi in Islanda la vita continua anche di notte, non troverete aeroporti chiusi o servizi non funzionanti, tutto è a vostra disposizione, persino il supermercato dell’aeroporto è aperto 24/24 e 7/7 (potete rivolgervi qui se volete acquistare una sim islandese per il vostro smartphone).

!!!!! APPENA ARRIVATI IN AEROPORTO !!!!!

CAMBIARE EURO IN CORONE ISLANDESINon cambiate i vostri euro in Italia, fatelo appena arrivate all’aeroporto di Keflavik, il tasso di cambio è il più conveniente possibile e inoltre l’ufficio ha disponibilità di corone di tutti i formati, quindi sarà più semplice effettuare i vostri cambi. Sappiate che al momento 1 euro vale circa 118,20 corone islandesi (ISK è la sigla della moneta islandese). Troverete monete da 1, 5, 10, 50, 100 krónur e banconote da 500, 1000, 5000 e 2000 krónur.

VOLETE UNA SIM ISLANDESE PER IL VOSTRO SMARTPHONE? Volete continuare a navigare e condividere i paesaggi mozzafiato dell’Islanda sui vostri social? Già dal supermercato dell’aeroporto potete acquistare al vostra sim islandese. Le compagnie telefoniche che vi consiglierei sono Nova e Siminn che propongono offerte prepagate per l’utilizzo dei dati. Si parte con 1 GB a 990 Kr, ma ci sono anche soluzioni da 5 GB a 1990 Kr. Troverete sim in tutti i centri commerciali, supermercati e stazioni di servizio islandesi, oltre che nei negozi delle compagnie telefoniche.

NOLEGGIO AUTO ISLANDA 

Secondo me il modo più comodo e conveniente di percorrere l’Islanda è in auto, a meno che non ci si fermi solo nella capitale. Certo i mezzi pubblici funzionano o vengono organizzati dei tour dalle principali città, ma questo rende il nostro viaggio davvero limitato.

Islanda consigli di viaggio noleggio auto

Il prezzo del noleggio dipende dal periodo: chiaramente ad agosto costa più che in inverno. Orientatevi sui 1200 euro circa per una vettura per 4 comoda per viaggiare senza problemi. Anche qui, come per il volo, prenotare prima e soprattutto prenotare online aiuta, si possono risparmiare tantissimi soldi. Anche se come ho detto, le agenzie di noleggio auto in aeroporto sono attive 24/24.

 

Badate di avere un buon pacchetto assicurativo incluso: è molto importante avere una buona assicurazione (prendere un’assicurazione che copra tutti i danni occidentali, compresi quelli causati dalla cenere e dai sassi che possono colpire il parabrezza durante il percorso).

Le compagnie più affidabili sono Hertz, Blue Rental Car, Budget, Avis, Europcar. Diffidate dalle compagnie locali: è vero che i prezzi sono più economici, ma potreste avere più problemi e le auto non sono molto moderne. A volte l’auto che avete prenotato online non sarà proprio quella che vi daranno all’arrivo: pretendete quella che avete prenotato (almeno nelle caratteristiche), le agenzie si adopereranno a darvi prima un’auto sostitutiva e poi l’auto che finalmente avete prenotato. Personalmente io ho provato Blue Rental Car e dopo un piccolo disguido sulla vettura per il cambio automatico e manuale sono stati cosi gentili da farci arrivare la vettura da noi ordinata il giorno seguente presso la nostra guest house.

La strada più semplice e sicura da percorrere è la Ring Road, la strada che ad anello percorre tutta l’Islanda che tra l’altro è molto sicura (i luoghi di interesse dell’Islanda sono quasi tutti qui attorno), anche se occorrerà a volte lasciare questa strada per raggiungere le coste o i luoghi più interni. State attenti al manto stradale, la ghiaia è spesso mal ferma quindi con facilità potrebbe staccarsi e colpire il parabrezza causandone la rottura, guidate dunque con prudenza, attenti anche agli animali che magari potreste incontrare per strada, ai cavalli o alle capre islandesi e se avete intenzione di badare un fiume state attenti alle condizioni meteo e alle condizioni delle strade. Per qualsiasi informazione e comunque prima di intraprendere un viaggio consultate il sito della divisione nazionale dei trasporti islandesi. Il numero per le emergenze, oltre a quello della compagnai di noleggio, è il 112. Chiaramente per percorsi più spericolati occorre noleggiare una 4×4, con le ruote più alte e resistenti, mentre se il vostro viaggio è principalmente sulla Ring Road u’auto qualsiasi va bene. Ricordate che i limiti di velocità sono 50 km/h nei centri abitati, 80 km/h nelle extraurbane e 90 km/h sulla Ring Road. Rispettate i limiti perché ogni tanto, quando meno del o aspettate ci sono gli autovelox.

Numerose sono le stazioni di benzina lungo la strada, sono indicate con N1, per altro tutte segnalate su mappe e navigatori e il prezzo della benzina è simile al nostro, quindi sulle spese state tranquilli. Di solito nelle stazioni di servizio c’è sempre il bar o il supermercato per fermarsi a mangiare o fare acquisti.

DOVE ALLOGGIARE? Dipende da voi e dalle vostre necessità. Siete amanti delle comodità? Nei paesi più grandi potrete trovare degli alberghi che fanno al caso vostro. Quando leggete Edda non pensate ad un nome femminile, ma ad una struttura alberghiera a tutti gli effetti.

Siete giovani e avventurosi? Zaino in spalla, tenda e partite per il vostro tour dell’Islanda dormendo ai piedi delle cascate nelle aree di campeggio o vicino ad un ghiacciaio (le aree sono per altro attrezzate con bagni e vicino troverete sicuramente dei punti ristoro). Non dimenticate gli ostelli, anch’essi molto frequenti e soprattutto funzionali.

Devo anche sottolineare la presenza dei cottage, che di solito sono riuniti quasi a formare un piccolo paesino completamente immerso nella natura e delle Guesthouse, molto comuni, carine, pulite e tutte dotate di Wifi! Le guesthouse sono davvero un ottimo compromesso tra comodità e risparmio. Entrare in una guesthouse ti fa sentire a casa: le famiglie che le gestiscono (perché sono tutte a gestione famigliare) si preoccupano di ogni tua necessità e, se compresa, ti offrono una colazione da campioni. Non diffidate nemmeno di Airbnb, infatti qui si collocano tutti quei local che magari ritengono che la loro struttura non sia a livello delle guesthouse o quelli che stanno iniziando a sperimentare l’ospitalità, ma vi assicuro che troverete persone attente e curate, che da veri local vi sapranno offrire un buon bicchiere di latte appena munto dalle mucche islandesi.

Ma parliamo di qualche guesthouse che abbiamo utilizzato durante il nostro viaggio in Islanda. Alcuni sono un po’ distanti, ma quelli consigliati qui sono i posti migliori delle mie scelte, perché anche io ho fatto qualche errore di valutazione nelle prenotazioni.

Se siete nei pressi di Egilsstadir, potete soggiornare a Setberg (Setberg, Egilsstadir, 701, Islanda), una guesthouse immersa nella natura da cui si può ammirare un panorama fantastico su tutta la città di Egilsstadir, punto di partenza o di arrivo per visitare i fiordi orientali. La signora che gestiva la guesthouse ci ha invitato anche ad un Festival della Zuppa, una sorta di sagra di paese in cui alcune famiglie realizzavano delle zuppe (tutte diverse) che offrivano a coloro che si recavano nei loro giardini. Il tutto culminava con musica dal vivo, balli e tanta birra islandese (tra l’altro la signora lavorava anche nel pub/libreria del posto!). Se riuscite però cercate posto nel bellissimo paesino di Seydisfjadar considerato uno dei paesi più belli di tutta l’isola.

Ad Akureyri, la seconda città più grande dell’Islanda, da cui tra l’altro potete partire per un Whale Watching, il tour per osservare le balene, o altri tour per vedere le Pulcinella di Mare o le foche, alloggiate ad Uppsalir (Uppsalir 1, Akureyri, 601, Islanda), guesthouse gestita da tre fratelli giovanissimi che creano a casa atmosfera di casa, di famiglia, … si gioca insieme, si scherza in una location straordinaria dove eventualmente noleggiare un cavallo e partire alla volta delle meraviglie naturalistiche dell’Islanda. Un po’ distante da Akureri, ma una bellissima guesthouse con accoglienza in vera famiglia islandese.

Djúpivogur, ottima se non trovate posto a Hofn o se volete partire in un tour dei fiordi orientali, alloggiate a Bragdavellir Cottages (Bragdavellir, Djúpivogur, 765, Islanda), un paesino immerso nella natura davvero carino e di classe dotato persino di un cottage piscina. Ciascun cottage è dotato di patio con tavolino e barbecue, gli interni, tutti in legno, sono super accessoristi, è presente un angolo cottura e il necessario per prepararsi un buon tè, anche se fuori piove o fa freddo.

Vicino Vik, a due passi dalla famosa casata di Skogafoss, si trova Hrùtafell, Eyjafjallajokull, proprio sulla Ring Road. Qui Armann, un fattore del posto, vi ospiterà in una confortevole struttura di nuova costruzione, con sala comune e cucina, vi offrirà dei dolci del posto, vi permetterà di utilizzare tutto quanto ha per farvi fare colazione o qualunque pasto e vi farà assaggiare dell’ottimo latte fresco.

A Reykholt, alcun gamici italian hanno aperto una guesthouse: Milli Vina Guesthouse (Hvitarbakki 3 Road 514 Reykholt), situata in mezzo a Borgarfjörður, con accoglienti camere, cucina attrezzata con ampia sala pranzo, zona living e hotpot esterna. Il top soprattuto perché gestita da italiani. 😉

Chiaramente nella capitale dell’Islanda, Reykjavík, è molto più semplice trovare strutture e guesthouse che fanno al caso vostro. Davvero abbiate fiducia degli islandesi, sono davvero molto molto accoglienti e disponibili!

 

Per molte info a me è stato utile il gruppo Facebook ” AMICI DELL’ISLANDA- VINIR ISLANDS” quindi consiglio vivamente l’iscrizione. Grande supporto ed ottimo clima.

Adesso non vi resta che prenotare questo viaggio da sogno!

3 Responses

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam