Holland Park, alla scoperta di uno dei parchi più belli di Londra

pubblicato in: Travels | 4

Tra Giardino Giapponese e Olandese: in bilico su una corda ad Holland Park

Quasi un anno fa ho vissuto a Londra. Per vivere completamente la cultura e lo stile inglese e per essere completamente autonomo e non avere alcun tipo di vincolo, ho deciso di non soggiornare in un albergo o in un ostello, ma di affittare un appartamento. Avendo a disposizione questa base sicuramente più comoda, ho potuto cercare quei posti diversi, quelli che non sono consigliati nelle guide e mi sono affidato all’ istinto, alla curiosità e agli errori nelle fermate della metro. Per una pura casualità infatti mi sono fermato in uno dei parchi più particolari e poco frequentati dai turisti della città: Holland Park.

Holland Park giardino olandese

 

Ideale per chi ha voglia di pensare, sdrairsi sul prato senza aver intorno un gran numero di turisti che chiacchiera e passeggia animatamente non rispettando la tranquillità della vita del parco.

Dal primo momento c’è stato subito feeling. Sarà stato perché un ragazzo spagnolo mi ha invitato ad aiutarlo mentre si esercitava a camminare su una corda legata a due grandi querce, mentre faceva Slacklining e senza neanche conoscerci siamo subito entrati in sintonia. Sarà stato perché per la prima volta camminavo sospeso su una corda, libero da qualsiasi pensiero, da qualsiasi peso, sarà stato perchè ho visto quello che mi circondava da una prospettiva diversa, ma devo ammetterlo mi sono sentito totalmente libero.

Holland Park uomo sulla fune

 Libero perchè ero sospeso in aria in un parco inglese, in primavera con gli alberi in fiore e i prati di un verde travolgente; lì ero parte di quell’Inghilterra che mi piace, di quell’Inghilterra che riesce a regalarti felicità con solo una coperta, un libro e della musica.

Voglio raccontare il parco per immagini, quelle che sono rimaste ferme nella mia mente quando ero in equilibrio sul nastro e quelle che ho voluto immortale per poterle raccontare un giorno e spingere tante altre persone a prendere la metro e fermarsi ad Holland Park.

I bambini che si rincorrono e giocano a nascondino tra la rappresentazione degli scacchi e le aiuole in fiore.

Le coppie di innamorati che si baciano nel giardino olandese immersi nel rosso dei tulipani.

Gli studenti che leggono sognanti al riparo degli alberi secolari, ripercorredo le orme dei due grandi autori Byron e Dickens che amavano passare del tempo qui a comporre e lasciarsi ispirare dalla natura.

I ragazzi che festeggiano nel prato bevendo birra, intonando canti con la chitarra e raccontandosi storie delle loro vite, ignari che proprio lì anni prima hanno adibito una parte della tenuta del conte Holland al più grande ed attrezzato ostello della gioventù di Londra il “King George VI Memorial Youth Hostel”

 I signori più anziani che passeggiano mano nella mano e che percorrono tutto il perimetro del parco in cerca di un raggio di sole caldo per poter fermarsi un attimo ad osservare quanto il parco sia cambiato nel tempo.

Holland Park Cascata

Il giardino giapponese. La parte del parco che mi ha rapito, affascinato e lasciato quasi senza parole. Il Kyoto Garden è quasi un varco spaziale in città perchè racconta storie d’oriente, della semplicità dei fiori di mandorlo, delle cascate e dei pesci rossi nel lago dove ci si ferma a gettare una moneta esprimendo un desiderio. È la semplicità giapponesa che peró ti lascia riflettere ed allo stesso tempo ti riempie la vista e la mente. Gli ideogrammi dipinti sul legno che si armonizzano con la natura della quale sei diventato parte integrante in pochi minuti.

Holland Park giardino zen

Sarà stato l’essere in equilibrio su di un filo, sarà stato il contesto di questa oasi diversa nel cuore di Londra, ma io mi sento legato a doppio filo ad Holland Park e vi consiglio in un prossimo soggiorno di fare un salto qui.

Holland Park Galleria

#SpezioConsiglia

Per raggiungere Holland Park con la metro si può scendere a Holland Park, o a Notthing Hill Gate, o ancora a High Street Kensington, tutte stazioni sulla Central Line.

All’interno del parco ci sono aree attrezzate per bambini, per l’addestramento dei cani e un’ottima caffetteria dove mangiare. Si trova ad Holland Park anche un campo di cricket, diverse corti dove giocare a tennis, campi da golf e un centro ecologico.

*Spezio*

4 Risposte

  1. Che bel posto *-* adoro i parchi! E mi vergogno, non sono mai stata a Londra :-/

  2. Quando vivevo a Londra questo era uno dei miei posti preferiti per trovare un po’ di tranquillità…
    Ogni tanto penso con nostalgia alle carpe del laghetto giapponese (sono un po’ stramba forse!)
    Ciao,
    cris

  3. Wow!!! Che senso di libertà immenso …
    Nonostante sia stata a Londra 4 volte …questo parco non lo conosco proprio!

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam