Cucina Balinese: 1 cena 4 mani e tante chiacchiere

postato in: Food | 0

Una cena tra Cucina Balinese, ricette e piatti tipici

Cabiria: Ma che idiota, di tutto quello che potevo dimenticare, proprio la salsa di soia! Speriamo ce l’abbia lui…che testa! Driiiin!

 

Spezio: Ma ciao, scusa per il ritardo, ma sono appena rientrato. Accomodati pure, fai come se fossi a casa tua.       

 

C. Grazie! Ma quant’è che non ci vediamo? Troppo.

Dai, dimmi come stai, dobbiamo recuperare un sacco di tempo! Per fortuna c’è il Natale: è forse l’unico modo per obbligare due giramondo a fermarsi!

 

S. Hai proprio ragione. Tutti si lamentano del Natale, ma la cosa bella è che si trova sempre del tempo per i cari amici. A me tutto bene, impegnatissimo con l’uni e con tanta voglia di fare un viaggio.

C. Strano, non l’avrei mai detto! Ma senti, prima di tutto ho una cosa importantissima da chiederti, ne va della nostra cena: ti prego, dimmi che hai in casa la salsa di soia.       

   

S. Secondo te, un amante di viaggi e di cucina può non avere la salsa di soia in casa, sapendo che venivi a cucinare da me?         

 

C. Tu mi salvi, non so come ho fatto a scordarmela! Ci mettiamo all’opera mentre mi racconti? Io aprirei anche una bottiglia, tanto per iniziare.          

 

S. Certo, scusa sono stato un po’ scortese. Prendo questa un regalo dal sud della Francia. A cosa brindiamo?

C. A due amici che si ritrovano, ai viaggi fatti e a quelli da fare: ne abbiamo di scuse, prepara la cantina!          

 

S. Nessun pericolo. C’è parecchio in cantina, poi un vino pugliese in compagnia è top, quando si brinda tanto. Ma allora cosa mi prepari di buono? Chiedendo la salsa di soia immagino qualcosa di particolare.  

        

C. Quand’ero a Bali ti ho promesso una cena indonesiana al mio rientro, quindi…gado gado, sambal, riso con sour kelapa e tempeh! Mettiamoci anche un po’ di pollo al cocco: può andare?

 

S. E mi chiedi se può andare? Certo. Non vedo l’ora di imparare a cucinare questi piatti. Serve qualcosa o hai portato tutto tu?    

 

C. No, dovrei avere tutto, fuori le pentole!   

    

S. Ok. Allora da cosa iniziamo? Io faccio da assistente. Spiegami cosa fare e cosa prepariamo.    

      

C. Intanto facciamo bollire il riso, ho preso il basmati, ci pensi tu? Io inizio a pulire i fagiolini per il gado gado, lo hai mai assaggiato?        

 

S. Sisi, ci penso io al riso. Guarda uso il bollitore come se fossi in Inghilterra, così è pronta in pochi minuti. No, devo essere sincero non ho mai mangiato cucina balinese. Tu come mai hai imparato a prepararlo?      

   

C. All’ashram andavo spesso a dare fastidio in cucina, cerco di farlo sempre quando viaggio! Quando hai fatto, inizia a tagliare il pollo a striscioline.        

 

S. Ok faccio strisce piccole tipo straccetti oppure più grandi? Comunque il riso sta cucinando, vuoi assaggiare e vedere la cottura?         

 

 

C. Vanno bene gli straccetti, dopo passali nella farina di cocco, guarda che l’ho lasciata nella borsa. 

 

Il riso mi sembra vada bene, lo scolo e lo metto sotto l’acqua fredda, così blocco la cottura.

 

Ah, guarda che sono stata alla larga dal dolce, quello me lo hai promesso tu!

 

 

S. Ma certo, io però  l’ho già preparato. Non mi sembrava il caso di cucinare ancora. Quindi fammi imparare un po’ di nomi. Con il pollo e il cocco cosa stiamo preparando? E con il riso invece? 

      

 

C. Queste sì che sono buone notizie!

 

Allora…il riso lo mangiamo col sour kelapa, che ho preso a Bali, è cocco aromatizzato con curcuma e peperoncino: è per quello che è giallo.

 

Si mette sopra alla fine.        

 

 

S. Ma si può preparare o si compra?

 

 

C. Si può provare a preparare, ma non la vedo così facile: grattugiare il cocco, farlo seccare e mescolare alle spezie. Magari un’altra volta, eh?

Onestamente nei negozi qui non ne ho mai visto! Invece il pollo lo facciamo con cocco e curry, saltato in una wok a temperatura alta.

 

 

 

 

S. Quindi diciamo che per il pollo non manca molto.. Invece con i fagiolini che abbiamo pulito cosa facciamo?         

 

 

 

C. Ok,  ci serve un mortaio per le arachidi del gado gado: dobbiamo fare una salsa.

Ottimo per il pollo, anche i fagiolini sono quasi cotti.

 

Se vai avanti tu con le arachidi, io ti apro il latte di cocco, così poi mescoliamo tutto insieme.         

 

 

S. Certo senza problemi, quindi devo solo tritarli.

Questo gado gado è proprio un super piatto.E raccontami un po’ cosa ti manca di più e di meno di Bali?  

        

C. Yes! Triti, ci mettiamo il latte di cocco, aggiungiamo sale, pepe e un po’ di zenzero, dopodichè ci tuffiamo i fagiolini: questo era uno dei miei piatti preferiti! Di Bali…mi mancano le persone e l’atmosfera dell’ashram, mi manca la semplicità e il poter vivere secondo i tempi della natura: ti alzi con la luce e vai a letto col buio. Pare una banalità, ma fa una gran differenza.          

 

S. Sai, ho una gran curiosità? Voglio proprio assaggiare tutto. Adoro le spezie e questi sapori. Ma pensi bisogna avere un palato abituato a gusti diversi per mangiarlo?    

     

 

C. No, basta un po’ di curiosità e di voglia di sperimentare!

Guarda che intanto ho fatto saltare in padella il tempeh: ho aggiunto peperoncino e un pizzico di zucchero di canna.

 

Ci siamo quasi, manca solo il sambal!

 

Hai fame? Sete non te lo chiedo, che ormai la bottiglia piange.       

 

  

S. Guarda sono così concentrato che ho dimenticato anche di prendere un’altra bottiglia. Cavolo, bisogna venirti dietro in cucina. Avevo dimenticato i tuoi ritmi, o forse mi ero abituato ai miei.         

 

 

C. Ma no, dai, ce l’abbiamo quasi fatta!!!

Anche il sambal è quasi pronto: ho fatto sobbollire un po’ di passata di pomodoro e ho aggiunto anche qui peperoncino e zenzero, ma ti avviso che ho abbondato, la salsa dev’essere piccantissima!  

 

        

S. Oh cavolo, spero non troppo. Ma quindi queste sono tutte salse giusto?  

      

C. Guarda, componiamo tutto nel piatto, che è più chiaro: riso basmati con una bella spolverata di sour kelapa, pollo cocco e curry, tempeh saltato, gado gado (poi mi dici che ti sembra questa salsa sui fagiolini!) e sambal a parte, così lo usi per insaporire quello che vuoi: io in genere lo metto su tutto!

 

S. Ok dai copio quello che fai tu. Sono sicuro di non sbagliare.      

  

C. Vai, vai, così poi assaggiamo e mi dici!     

 

S. Certo, io vado a preparare la tavola.

 

 

C. Ottima idea!

Ma… posso dare una sbirciatina al dolce? Sono curiosissima!

 

 

S. Si dai, le ho messe in quel piatto vicino al camino. Si chiamano cartellate

 

C. Cartellate?   

  

S. Dopo tutto questo girare per Bali, ci voleva un po’ di cucina pugliese.

Si sono delle rondelle   

 

C. Ma che buon profumo!     

 

S. Si le ho fatte in due modi, quelle scure sono con il vin cotto e quelle chiare con il miele..

 

C. Ma sono una cosa meravigliosa! Dici che posso provare a farle anche io? Sembra complicatissimo!

 

S. Diciamo che non è semplice, ma vedendo la maestria con cui prepari cibo balinese penso non avrai problemi. E’ la scusa buona per organizzare un’altra serata. Totalmente pugliese.    

 

 

C. Te l’ho già detto che le nostre scuse mi piacciono tantissimo?

Però senza aspettare il prossimo Natale: voglio sentire del tuo viaggio prima della partenza!       

 

 

S. Guarda non so, dopo la laurea spero di aver tempo per fare il mio #GraduationTour, trovare un po’ di amici in Lituania, Inghilterra,Slovacchia poi andare in Portogallo, Svezia. Insomma un viaggio a tappe, senza mai tornare qui. Almeno per un po’ dai, non può fare che bene. 

    

 

C. Pienamente d’accordo, bellissimo programma! Poi voglio foto e ricette

Come ti è sembrata la cena? Sapori un po’ insoliti, ma io li adoro!     

 

 

S. Si, guarda tanti sapori diversi, forse racchiudono la particolarità di questo posto così lontano e così diverso..       

 

C. Una cultura opposta alla nostra, ma credo che ogni tanto faccia bene cambiare punto di vista: vedi cose che altrimenti non avresti visto.        

 

S. Grazie per il bellissimo scambio. E per aver mantenuto la promessa di essere venuta a cucinare queste golosità da me..

 

C. Grazie a te! E’ sempre bello trovarsi, e se poi ci si trova a tavola…

cena Bali Ezio Totorizzo

Bali cena Ezio Totorizzo

Bali cena cibo

*Spezio* & Cabiria


@CabiriaM

Lascia un commento

Protected by WP Anti Spam